Forex Trading Italia
15 ottobre 2016

I 10 più Grandi e Migliori Investitori della Storia

Chi sono stati i più grandi investitori della storia? Che cosa hanno fatto per potersi fregiare di tale titolo? Che cosa possiamo imparare noi dalle loro idee e dal loro passato?

I più grandi investitori della storia: per molti sono le loro storie che fungono da spinta per cercare di avere successo nel mondo delle valute (o in un qualunque altro mercato si decida di investire). Da Warren Buffet a George Soros - solo per citare due dei nomi più altisonanti - la lista è ampia.

In questo articolo vogliamo riportare i migliori investitori (secondo noi) che sono mai saliti sul "palcoscenico finanziario". Non ci riferiamo solo ed esclusivamente al mercato delle valute, ma anche a quello azionario o a quello delle obbligazioni.

Leggere e fare proprie le storie di trader di successo, di chi è diventato ricco con il gli investimenti è un viaggio emozionante e coinvolgente al tempo stesso.

George Soros - Investitore Forex George Soros, Investitore Forex

George Soros

L'elenco di trader famosi non poteva non iniziare da George Soros in virtù della sua preferenza nell'investire in obbligazioni e in valute (il Forex, dunque). Noto come l'uomo che ha distrusse la Banca d'Inghilterra nel 1992, una storia che si svolge il 16 settembre di quell'anno e che ha portato l'investitore a vendere allo scoperto 10 miliardi di sterline in virtù della riluttanza della banca inglese di incrementare i tassi di interesse verso livelli simili a quelli degli altri paesi del Sistema Monetario Europeo. Alla fine, la BoE decise di uscire dallo SME e di svalutare la sterlina, Soros incassò la bellezza di 1,1 miliardi di dollari, diventando famoso e il trader più ricco del mondo.

Egli preferisce investire quando ha a disposizione un'elevata leva finanziaria (dunque, tanto rischio). Egli istruisce gli investitori a non concentrarsi sulla quantità, ma sulla quantità del denaro fatto o perso.

Il suo fondo ha fatto registrare alcuni dei più grandi profitti di tutti i tempi.

George Soros continua ad operare in maniera attiva nei mercati finanziari e i suoi interventi sono tenuti sempre in grande considerazione dagli investitori. Di recente, egli ha detto la sua sulla crisi economica 2016, apprendi il punto di vista di un uomo da cui c'è solo da imparare.

Possiamo dire, senza ombra di smentita, che Soros sia uno dei trader forex più famosi in assoluto.

Warren Buffet Warren Buffet

Warren Buffet

Buffet ha iniziato ad investire nel 1954 con un capitale di appena 100 dollari. Ora il valore del suo capitale ammonta, si dice, ad oltre 20 miliardi di dollari. Tra le storie di trader di successo, la sua è una delle più emozionanti.

Buffet investe principalmente in società di media ed assicurazioni.

Lo stile di investimento è molto semplice: acquistare delle aziende a prezzo basso, migliorarle attraverso la gestione e puntando a fare dei miglioramenti a lungo termine nel prezzo delle azioni. Molti lo hanno criticato per evitare aziende tech, ma rimanendo fedele a ciò che sa è stato in grado di realizzare dei rendimenti sorprendenti.

Uno dei migliori consigli che possiamo prendere da Buffet è quello di pensare come un potenziale proprietario e di rimanere fortemente attaccati alle imprese su cui si investe. Secondo Buffet, le grandi imprese sono quelle semplici, prevedibili, dai rendimenti elevati e con una forte cassa.

Peter Lynch Peter Lynch

Peter Lynch

Peter Lynch è conosciuto soprattutto per la gestione del Fondo Fidelity Magellan da oltre 13 anni, durante i quali i suoi asset in gestione sono cresciuti da 20 milioni ad oltre 14 miliardi di dollari.

Ancora più importante, Lynch ha battuto l'S & P500 per 11 volte negli ultimi 13 anni, facendo registrare un rendimento medio annuo del 29%, maggiore rispetto a quello dell'indice stesso.

Lynch applica una serie di otto concetti fondamentali al suo processo di selezione degli investimenti, da cui anche noi possiamo in qualche modo prendere spunto:

  • partire dal presupposto che si conosce quello che si sa
  • è inutile prevedere l'economia e i tassi di interesse
  • impiegare molto tempo ad identificare e riconoscere le imprese eccezionali
  • evitare investimenti troppo lunghi
  • una buona gestione è molto importante
  • essere flessibili e umili, imparare dagli errori
  • prima di effettuare un acquisto, si dovrebbe essere in grado di spiegare il motivo per cui si sta comprando una data cosa
  • c'è sempre qualcosa di cui preoccuparsi e da cui stare attenti, per cui mai abbassare la guardia
Philip Fisher Philip Fisher

Philip Fisher

Philip Fisher è il padre degli investimenti sui titoli. Ha fondato la sua impresa di investimenti, la Fisher & Company, nel 1931, e l'ha gestita con successo fino al suo pensionamento, nel 1999. All'età di 91 anni, Fisher ha raggiunto ottimi ritorni per sé e per i suoi clienti, accumulati nel corso della sua carriera durata ben 70 anni.

Fisher si è sempre concentrato sugli investimenti a lungo termine. Noto, ad esempio, per aver acquistato azioni Motorola nel 1955 e per averle tenute fino alla sua morte, nel 2004.

Ha creato un elenco di quindici punti da cercare in un fondo comune, dalla gestione all'accessibilità, dalla buona prospettiva a lungo termine fino alle buone politiche per il personale.

Caratteristiche importanti di ogni business dovrebbero essere orientamento alla crescita, elevati margini di profitto, elevato ritorno sul capitale, serio impegno verso la ricerca e lo sviluppo, ottimale organizzazione delle vendite.

Bill Gross Bill Gross

Bill Gross

Bill Gross è considerato da molti il "re delle obbligazioni". Fondatore e manager di PIMCO, lui e il suo team hanno guadagnato 600 miliardi di dollari nella gestione degli investimenti a reddito fisso.

Mentre l'obiettivo principale di Bill è l'acquisto di singoli titoli, egli ha uno stile di investimento che si concentra sul portafoglio complessivo.

Gross pensa che gli investimenti di successo nel lungo periodo poggino su due basi: la capacità di formulare e articolare una prospettiva a lungo termine e una composizione strutturale corretta all'interno del portafoglio nel corso del tempo.

Michael Steinhardt Michael Steinhardt

Michael Steinhardt

Un investitore che in pochi conoscono al di fuori di Wall Street. Anche se non è uno dei trader più famosi al mondo, Steinhardt ha raggiunto un record che ancora oggi non è stato battuto nella principale borsa del mondo: un rendimento annuo del 24% medio, più del doppio del S & P500 nello stesso periodo. La cosa più sorprendente è che Steinhardt ha fatto tutto questo investendo in azioni, obbligazioni, opzioni long e short e valute, il tutto con orizzonti temporali che vanno da 30 minuti a 30 giorni.

Steinhardt ha fornito inoltre un decalogo di sei cose fondamentali che ogni investitore dovrebbe rispettare:

  • fai tutti i tuoi errori nei primi anni di vita, più le lezioni che si imparano sono dure nella fase iniziale e minori saranno gli errori che si faranno più tardi
  • passare la vita a fare sempre qualcosa che piace
  • essere intellettualmente competitivi, ovvero assimilare più dati possibili per essere il primo a rilevare un cambiamento importante
  • prendere delle buone decisioni, anche se si hanno delle informazioni incomplete
  • fidarsi sempre dell'intuito, che assomiglia a un supercomputer nascosto nella mente
  • non fare piccoli investimenti: se si ha intenzione di investire denaro è meglio assicurarsi che la ricompensa sia abbastanza elevata da giustificare il tempo e lo sforzo che si mette nella decisione di investimento.
Sir John Templeton Sir John Templeton

Sir John Templeton

La carriera di Templeton è iniziata poco prima della seconda guerra mondiale quando ha preso in prestito 10.000 dollari e li ha trasformato in 40 mila dollari in quattro anni.

Famoso per la Templeton Growth Fund, ha costruito le sue opportunità a livello internazionale ben prima di altre persone.

Templeton consiglia investire in rendimenti reali, di mantenere la mente aperta e di andare contro la folla.

Noto anche il suo amore per la filantropia, egli creò varie fondazioni di forte impatto ed influenza ancora oggi.

Benjamin Graham Benjamin Graham

Benjamin Graham

Maestro e mentore di Warren Buffet oltre che pioniere dell'investimento in valuta, Benjamin Graham ha dato il "la" all'uso dei princìpi di analisi e di valore di investimento fondamentali utilizzati ancora oggi dai gestori di fondi.

Graham consiglia l'acquisto di azioni negoziate al di sotto del loro valore storico e del valore contabile.

Dato che fanno correre meno rischi, Graham predilige le aziende con forti vendite.

Egli fu determinante per molti elementi del Securities Act del 1933, che ha richiesto alle aziende pubbliche di rivelare bilanci precedentemente oggetto di revisioni indipendenti.

Ralph Wanger Ralph Wanger

Ralph Wanger

Il fondo Acorn di Wanger è stato uno di quelli che ha fatto registrare la crescita migliore dal 1970. Egli raccomanda alla ricerca di aziende che si rivolgono a mercati in crescita, con una buona progettazione, una gestione eccellente, elevati margini di profitto e una gestione qualificata del marketing.

Lo stile di investimento di Wanger era molto semplice: optare per il lungo termine in favore delle imprese più piccole e con una certa forza finanziaria. Egli diceva sempre "se siete alla ricerca di un home run, ovvero un grande investimento per i prossimi cinque o dieci anni, allora l'unico modo è individuare una tendenza a lungo termine che permetterà di avrà un vantaggio sugli altri".

Wanger ha messo in pratica l'idea di investire secondo dei "temi": ad esempio, se fosse stato nel giro durante la corsa all'oro in California egli non avrebbe investito nel metallo giallo, ma avrebbe optato per le aziende che vendevano pale e picconi ai minatori.

T. Rowe Price

Noto per i fondi che portano il suo nome, Price si è affermato come uno dei gestori di fondi più importanti del mondo. Originariamente investitore di crescita congiunturale, Price è passato ad una strategia maggiormente incentrata sul valore iniziando ad investire ingenti risorse in materie prime ed energia. Egli istruisce gli investitori a concentrarsi sui leader del settore, le aziende con un management eccellente e con una forte attività di ricerca e sviluppo.

Chi sono i migliori trader italiani?

I nomi degli investitori italiani non sono magari così famosi, nella storia almeno, rispetto a quelli che abbiamo visto qui sopra, ma anche il nostro paese ha dato i natali a trader di indubbio successo.

Ad esempio, non tutti conoscono Giuseppe Minnicelli, miglior trader italiano 2014, che nel 2016 ha tenuto i primi seminari su tempo e denaro reale.

Per capire che è il miglior trader, non solo italiano, ci vengono in mente due strade:

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "I 10 più Grandi e Migliori Investitori della Storia"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: