Forex Trading Italia
03 settembre 2015

3 settembre 2015: briefing sui movimenti di mercato

Vediamo un briefing sui movimenti di mercato per oggi, 3 settembre 2015. Da tenere d'occhio, tra tutte, la riunione della BCE di oggi.

AZIONI

Anticipando l'inizio di un rally, vediamo un movimento in salita per la maggior parte degli indici, fatta eccezione per Shanghai.

Buon rialzo del Dow (16.351, + 1,82%) la notte scorsa. Per rimanere un movimento ben riuscito questo indice dovrebbe chiudere sopra 15900 e riuscire a salire ancora in maniera abbastanza forte per dare credibilità alla nostra visione di un rally di breve copertura a 17.000-250. Una chiusura di settimana sopra 16500 sarà di aiuto.

Il Dax (10.048,05, + 0,32%) è sceso sotto la quota di 10.000 arrivando a un minimo di 9.962,25, ma è riuscito a chiudere più in alto. Il supporto si trova nella regione 9900-800 e in caso di cali fino a questo valore si potrebbe pensare ad un acquisto.

Raduno decente del Nikkei (18.291, + 1,08%) che ha dato luogo a delle possibilità di un doppio fondo. Il supporto a lungo termine si trova a 17700. Una salita oltre 18.400 sarà utile per i tori.

Lo Shanghai (3160, -0,20%) aveva recuperato un po' ieri, per poi chiudere leggermente al ribasso. Rimaniamo ribassisti per un nuovo test a quota 2900. Il mercato in Cina è chiuso fino alla fine della settimana per vacanze.

COMMODITIES

L'oro (1.133,04) può vedere qualche movimento laterale all'interno della gamma di prezzi 1125-1160. Attualmente è intrappolato tra questi livelli di supporto e resistenza e non vediamo un movimento chiaro.

Argomenti correlati: investire in oro

L'argento (14.678) ha avuto un certo rialzo verso 15. 14-15 e potrebbe salire ancora.

Argomenti correlati: previsioni prezzo oro e argento 2015

Il Brent (50.13) e il WTI (45.85) sono scesi dopo il recente upmove. Vediamo un possibile movimento nella gamma di 46,5-52 e in quella di 42,20-48.

Il rame (2,3285) si trova lungo la linea di supporto a lungo termine vista sui grafici. Possiamo vedere un consolidamento al di sopra dei livelli di supporto per qualche tempo.

FOREX

Supporti cruciali a lungo termine in arrivo per la sterlina e per il dollaro australiano, mentre le altre valute sembrano molto mosse nel breve termine.

L'euro (1,1216) ha perso tutti i guadagni visti rispetto all'inizio della settimana e ora sembra invertire la direzione nel breve termine in vista della riunione di politica della BCE di oggi. Mentre ci troviamosotto 1.13 contro il dollaro possiamo attenderci un calo fino a1,10. Bisogna solo aspettare e vedere.

La sterlina (1,5298) sembra fortemente ribassista nel breve termine. Il prezzo di 1515-1520 è un supporto a lungo termine che può aiutare la sterlina a riprendersi.

L'aussie (0,7016) è scambiato ad un livello ribassista a causa del PMI della Cina. Vi è comunque un supporto a lungo termine cruciale vicino a 0,70 da dove il prezzo di questa valuta può rimbalzare. 

Il rapporto dollaro / yen (120,56) si è staccato da una media mobile di 20 giorni vicino a 120.82. Il movimento è destinato a rimanere instabile nella regione 119-122 nel prossimo periodo.

TASSI DI INTERESSE

Oggi c'è il meeting BCE e sarà molto importante per definire il futuro dell'euro, almeno nel breve / medio periodo.

I rendimenti USA sono in leggero aumento, con i bond a 10 anni (2,18%) e quelli a 30 anni (2,95%) entrambe in salita, rispettivamente, da 2,15% e da 2,91%. I differenziali di rendimento sono tutti diretti verso la resistenza a breve termine e potrebbero presto farci vedere una correzione al ribasso.

I rendimenti tedeschi a 5 anni (0,123%) sono in calo dallo 0,125%, mentre quelli a 10 anni (0,794%) e a 30 anni (1.485%) sono in salita da 0,772% e da 1,466%, rispettivamente. I rendimenti potrebbe presto testare la resistenza al rialzo.

I rendimenti del Regno Unito sono in salita. Il valore dei bond a 5 anni (1.366%), a 10 anni (1,9355%) e a 20 anni (2.412%) sono, rispettivamente, in salita da 1,3635%, 1,9155% e 2,4040%. Il differenziale tra i bond a 10 anni e quelli a 5 anni per il paese britannico sono saliti al di sopra della resistenza del canale e possono eventualmente rimanere qui ancora per un po'. Questo potrebbe indicare un imminente raduno per i rendimenti del Regno Unito.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "3 settembre 2015: briefing sui movimenti di mercato"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: