Forex Trading Italia
02 aprile 2013

Analisi Forex Giornaliera: 2 aprile 2013

Nell'Analisi Forex Giornaliera del 2 aprile 2013 vediamo l'euro in dubbio e il dollaro in calo.

Lo yen si trova al massimo da un mese contro il dollaro in seguito alla pubblicazione di dati peggiori del previsto da parte degli USA relativamente alla sua produzione, cosa che ha spinto gli investitori a vendere il biglietto verde. Ulteriori guadagni della valuta giapponese potrebbero in ogni caso essere limitati in quanto gli investitori sono in attesa della riunione politica della Banca del Giappone, previsto per il 3 e il 4 aprile. La BOJ dovrebbe aumentare il suo acquisto bond ed estendere le scadenze delle obbligazioni.

USA, i dati di fabbrica sono negativi

Il dollaro americano si trova sotto pressione dopo che i dati economici hanno mostrato come l'attività delle fabbriche ha subito un forte rallentamento nello scorso mese di marzo, sollevando delle preoccupazioni che l'economia stia perdendo slancio a causa del tagli alla spesa da parte del governo.

Il dollaro inizialmente trovato un po' di sostegno in corrispondenza dei prezzi di 93,00 contro lo yen, ma i dati negativi hanno spinto il valore di questa coppia di valute ancora al ribasso.

Se la BOJ dovesse sorprendere il mercato con l'introduzione di un allentamento che va al di là delle attese, la valuta nipponica rischia di rallentare, anche se a causa dei dati economici degli USA si potrebbe presto vedere un andamento in corrispondenza di quota 90.

Attenzione al fatto che potrebbe essere difficile leggere la forza dello yen a che la liquidità non torni completamente alla normalità, dopo che ieri i mercati europei sono  rimasti chiusi per le vacanze di Pasqua.

Euro - dollaro, difficile rimbalzo tecnico

L'euro è risalito leggermente contro il dollaro USA in seguito al fatto che la divisa americana è sotto pressione per i già citati dati economici. I guadagni della nostra valuta sono però stati limitati a causa della paura legata al salvataggio di Cipro. Da un punto di vista grafico si potrà avere un nuovo segnale di vendita solo se ci sarà una rottura del valore di 1,2750. In questo caso ci sarà un primo target in area 1,2705. La salita di questo rapporto di cambio dovrà affrontare un primo ostacolo intorno all'area di resistenza 1,29-1,2910, seguito da un altro ostacolo attorno al prezzo di 1,2970 e da un terzo attorno all'area compresa tra 1,3050 e 1,3060. Se invece il prezzo dovesse superare quota 1,31 , allora ci sarà una chiara dimostrazione di forza della nostra valuta. Il rialzo della moneta comune in ogni caso limitato anche a causa dell'incertezza politica in Italia.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Analisi Forex Giornaliera: 2 aprile 2013"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: