Forex Trading Italia
20 febbraio 2013

Analisi Forex Giornaliera: 20 febbraio 2013

Nell'Analisi Forex Giornaliera del 20 febbraio 2013 vediamo che la sterlina è in grande calo contro il dollaro USA e l'euro.

Le due tendenze principali della giornata di trading di oggi sono la tendenza al rialzo dell'euro e la debolezza della sterlina, sotto pressione a causa delle voci che vogliono un downgrade del rating del Regno Unito. La propensione al rischio è salita dopo che nella sessione di ieri (la prima giornata di apertura dei mercati dopo il lungo weekend americano) dopo che Wall Street ha chiuso bene sulla scia del valore del tedesco ZEW, uno dei massimo da diversi anni.

L'euro in salita

L'euro è salito di oltre 170 pips contro la valuta americana e durante questa settimana ha testato e rotto quota 1,3400 ed ora viaggia "allegramente" in salita. Nel momento in cui scriviamo si trova a quota 1.3425 . Nel frattempo, i supporti da prendere in considerazione sono 1,3306 (minimo del 15 febbraio) e 1,3285 (minimo del 24 gennaio). Bisogna in ogni caso fare attenzione agli eventi che potrebbe pesare sulla nostra valuta, come i dati Ifo dalla Germania e le elezioni italiane in questo fine settimana.

Parlando della sterlina inglese, invece, vediamo che la moneta britannica si è indebolita in seguito a nuovi minimi dopo le speculazioni e le voci che S & P potrebbe declassare il Regno Unito, facendogli perdere il rating 'AAA'. La coppia di valute GBP / USD è scesa fino a 1,5415, il livello più basso dal 13 luglio 2012. Secondo i grafici, c'è ancora spazio per ulteriori perdite, dato che gli indicatori puntano verso un ribasso. Anche contro l'euro, la divisa inglese ha perso terreno, arrivando quasi a quota 0.8700 nel momento in cui scriviamo. Se l'andamento dovesse continuare in questa direzione, entro questa settimana questo prezzo dovrebbe essere rotto e si potrebbe pensare ad una resistenza a quota 0.8840 , valore toccato nell'agosto 2011.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Analisi Forex Giornaliera: 20 febbraio 2013"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: