Forex Trading Italia
25 febbraio 2013

Analisi Forex Giornaliera: 25 febbraio 2013

Analisi Forex Giornaliera del 25 febbraio 2013, con approfondimenti sul dollaro, sulla sterlina e sull'euro.

Lo yen è sceso al minimo da 33 mesi contro il dollaro nell'apertura di oggi in seguito alla speculazione che il nuovo governo nipponico potrebbe spingere per un forte ed aggressivo allentamento monetario da parte della Banca Centrale.

 Analisi Forex Giornaliera: 25 febbraio 2013

Tokyo prevede di nominare Haruhiko Kuroda, fautore di una aggressiva espansione monetaria, in qualità di nuovo governatore della Banca centrale del Giappone, e Kikuo Iwata, come uno dei due vice-governatori. Kuroda è fan di uno yen più debole, cosa che spinge indubbiamente il valore della valuta giapponese in calo contro le altre.

Il dollaro ha infatti toccato un prezzo di 94,77 , raggiungendo dei livelli che non si vedevano sin dal maggio 2010. Il biglietto verde ha perso un po' dei guadagni realizzati in seguito a delle vendite nei pressi di quota 95, anche se dovrebbe continuare a salire. Il biglietto verde è già cresciuto di quasi il 20 per cento nei confronti dello yen negli ultimi tre mesi, sempre in seguito alle aspettative di allentamento da parte della BOJ.

Sterlina inglese

La divisa britannica ha perso terreno contro le principali valute, arrivando anche al minimo da 31 mesi contro il dollaro, in seguito al downgrade di Moody e alla perdita della tripla A.

I trader hanno preso di mira la sterlina inglese, spingendola, come detto, al minimo da 31 mesi contro il dollaro, a quota 1,5073, e al minimo da 16 mesi contro l'euro, a quota 0,8775. Moody's ha tagliato la valutazione del rating della Gran Bretagna passando da AAA a AA1 (si tratta di un solo gradino in meno), a causa delle deboli prospettive di crescita economica. La Gran Bretagna si è così unita agli Stati Uniti e alla Francia. Il rating attuale ha un outlook stabile, ma la sterlina rimane ancora sotto pressione a causa delle aspettative che la Banca d'Inghilterra metta in piedi un nuovo quantitative easing per sostenere la fragile economia del Regno Unito.

Euro


L'euro si trova ad un valore di 125,25 contro lo yen, ancora inferiore rispetto al picco di 34 mesi, a quota 127,71, raggiunto all'inizio di questo mese. La nostra valuta è in attesa anche del risultato delle elezioni in Italia. Gli exit poll saranno pubblicati a breve dopo la chiusura dei seggi mentre i risultati ufficiali sono attesi entro domani in mattinata. Se dovesse uscire un governo debole la zona euro potrebbe rischiare nuova instabilità e tornare ancora in profonda crisi.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Analisi Forex Giornaliera: 25 febbraio 2013"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: