Forex Trading Italia
03 aprile 2012

Analisi valute: il dollaro USA rimane basso in attesa degli ordini delle fabbriche

Il dollaro USA rimane basso in attesa degli ordini delle fabbriche americane.

Il dollaro ha perso contro la maggior parte delle altre valute in seguito al fatto che i segni di ripresa dell'economia statunitense minano la relativa sicurezza della valuta di riserva mondiale. Il biglietto verde ha fatto registrare infatti un calo contro il dollaro della Nuova Zelanda prima che si prevede che il rapporto del governo renderà noto che gli ordini delle fabbriche statunitensi sono rimbalzati in febbraio, il che ha segnato una accelerazione nel settore manifatturiero.

Il dollaro rimane basso in attesa degli ordini delle fabbriche

La valuta australiana ha invertito i guadagni dopo che la Banca centrale del paese ha mantenuto i tassi di interesse invariati durante la sua ultima riunione. Lo yen è invece salito sulla speculazione nei confronti della moneta.

Forti dei dati che arrivano dagli Stati Uniti, che certamente aiutano la crescita globale in termini di stabilità e di prospettive economiche, il dollaro tende a sottoperformare in generale.

Gli ordini nelle fabbriche degli Stati Uniti sono aumentati dell'1,5 per cento nel mese di febbraio, dopo un calo dell'1 per cento nel mese precedente.

Il biglietto verde ha infatti perso lo 0,1 per cento contro lo yen, ha perduto lo 0,1 anche contro l'euro e contro il dollaro della Nuova Zelanda, mentre ieri aveva perso contro il Kiwi lo 0,6.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Analisi valute: il dollaro USA rimane basso in attesa degli ordini delle fabbriche"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: