Forex Trading Italia
11 giugno 2016

Analisi valute di oggi, 22 ottobre 2014

Nell'analisi valute di oggi vediamo come la nostra valuta sia debole contro le altre valute. In Canada, i dati positivi in arrivo dal mercato cinese hanno dato forza al CAD.

Venerdì scorso il Dow Jones è salito del 1,3 per cento e l'indice Standard & Poor è salito del 2 per cento. Ci sono inoltre delle nuove speculazioni sul fatto che la BCE potrebbe espandere il suo stimolo monetario al fine di aiutare la zona euro ad uscire dalla crisi economica. Un portavoce della banca centrale ha detto che il Consiglio direttivo della BCE ha già adottato tale decisione e si pensa dunque che la BCE potrebbe aggiungere questi acquisti di obbligazioni alle sue misure di allentamento al più presto entro dicembre. Di conseguenza, l'euro è sceso contro 13 delle 16 principali valute e si è indebolito dello 0,7 per cento contro il dollaro americano, arrivando a 1,2716.

I dati di ieri hanno mostrato che la vendita di case negli Stati Uniti sono aumentati al valore massimo da un anno arrivando a 5,17 milioni di unità, la lettura più forte dal mese di settembre 2013.

Il PIL cinese sale più del previsto

Ieri i dati hanno mostrato che il prodotto interno lordo della Cina è aumentato del 7,3 per cento nel terzo trimestre rispetto all'anno precedente. Gli economisti avevano stimato una salita del 7,2 per cento. La Cina è il principale partner commerciale del Canada dopo gli Stati Uniti, così ci sono stati dei buoni dati per il dollaro canadese, che si è rinforzato contro quello americano. Oggi l'evento di analisi fondamentale per il Canada sarà legato alla Banca del Canada e all'annuncio dei tassi di interesse, che dovrebbero tuttavia rimanere invariati all'1 per cento.

Ieri il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha avvertito che il debito pubblico e il surplus dei livelli di liquidità globale potrebbero stare fissando delle nuove bolle per i prezzi delle attività. Inoltre, egli ha detto che un euro più debole aiuterà la Germania e gli altri paesi in termini di esportazioni.

NZD / USD (giornaliero)

Il declino di questa coppia di valute è stato fermato al livello di supporto intorno a 0,7703 tre settimane fa. Attualmente è alle prese con una stretta al livello di resistenza intorno a 0,7975 e cerca di entrare nel canale più basso del ventilatore ribassista di Fibonacci. Secondo il MACD, in questa coppia di valute gli orsi dovrebbero avere successo.

USD / JPY (4 ore)

Vicino al massimo da undici mesi intorno a 109,91, gli orsi hanno preso il controllo di USD / JPY e l'hanno fatto scendere da una linea di tendenza verso il livello di supporto intorno a 105,51. Recentemente questa coppia di valute ha guadagnato di nuovo attraversando la linea di tendenza al ribasso, ma ha rimbalzato di nuovo al livello di resistenza a 107.39. Lo stocastico stima una continuazione della precedente tendenza.

EUR / JPY (4 ore)

Il 19 settembre la coppia di valute ha lasciato il canale di tendenza al rialzo, dopo che era rimbalzato intorno al livello di resistenza di 141.20 e ha iniziato a diminuire all'interno di un canale ribassista. Anche se è riuscito la scorsa settimana ad alzarsi al di sopra del canale, il livello di resistenza intorno 137.00 rimane ancora valido e questa coppia di valute non è riuscito a superarlo, arrivando poi a scendere di nuovo.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Analisi valute di oggi, 22 ottobre 2014"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: