Forex Trading Italia
07 luglio 2015

Bitcoin: cosa sono?

I Bitcoin sono la principale moneta virtuale del mondo, scopriamo la sua storia, di cosa si tratta e come si può utilizzare questa moneta che, a detta di alcuni, potrebbe soppiantare le monete tradizionali.

I Bitcoin, in sostanza, sono una sorta di moneta virtuale, che non può essere scambiata tramite banche o altre istituzioni finanziarie  bensì attraverso un network di computer noto come Peer-to-Peer (P2P).

Questo fa si che i Bitcoin non vengano gestiti né controllati da alcun governo o altra autorità. Questa particolare unità di moneta si regola da sola, secondo le necessità del mercato.

Come iniziare ad usare i Bitcoin?

Per prima cosa bisogna scaricare un software gratuito, disponibile in rete, noto come "portafoglio digitale" (dall'inglese "digital wallet").

Questo portafoglio può essere usato esattamente come un qualunque conto corrente bancario, con la differenza che i soldi al suo interno non saranno denominati in euro, in dollari o in sterline, bensì in Bitcoin.

Per cosa si possono usare i Bitcoin?

L'obiettivo di questa moneta è quello di poter acquistare praticamente tutto, dall'elettronica fino ai viaggi.

Oltre a questo, possono essere usati per speculare, come indichiamo nella pagina "Investire con i Bitcoin".

Quale che sia la finalità dell'utilizzo dei Bitcoin, questa valuta virtuale è cresciuta molto in popolarità nel corso degli ultimi periodi e ha assunto dei valori assolutamente interessanti, tanto che oggi sono sempre di più le persone che decidono di voler "fare una prova" ed usarla.

Come funziona il sistema Bitcoin

Nella pratica il sistema Bitcoin è sia sicuro che privato.

Dal punto di vista della sicurezza, ogni transazione è verificata attraverso delle firme digitali. Questo significa che quando si spendono Bitcoin si hanno due chiavi: una pubblica e una privata.

Quando noi mandiamo Bitcoin a qualcuno, andiamo a creare una transazione, firmata con la nostra chiave privata (che non vede nessuno tranne noi) che contiene la chiave pubblica del nuovo proprietario dei Bitcoin.

Per poter ricevere il denaro, ovviamente, la chiave pubblica e quella privata del nuovo proprietario dovranno corrispondere.

Questo meccanismo è molto sicuro perché evita le frodi e che eventuali malintenzionati possano rubarci i Bitcoin, ma non previene il rischio di doppio pagamento.

Per evitare questo rischio il sistema si basa sui "minatori".

Bitcoin, chi sono i minatori

Si tratta, in sostanza, di persone reali che si occupano di verificare e processare tutte le transazioni fatte in Bitcoin. Tutto il lavoro viene svolto con l'ausilio di potenti super-computer che sono in grado di effettuare complessi calcoli nel giro di pochissimo tempo.

Entrare a far parte di una squadra di minatori non è facile, richiede elevate conoscenze tecniche, un computer sufficientemente potente e molta energia elettrica.

Per questa ragione, ad ogni minatore viene riconosciuto un compenso di 25 Bitcoin per ogni transazione andata a buon fine.

Ti invitiamo a leggere questa pagina di Wired Italia in cui si entra un po' più nel profondo del mondo dei "minatori" di Bitcoin.

La crescita dell'industria dei Bitcoin

Quando i Bitcoin vennero lanciati, nel 2009, venne stabilito un valore di 1 dollaro USA per 1.000 Bitcoin. Oggi la situazione è molto differente e il valore dei Bitcoin è notevolmente salito, tanto da arrivare, al suo massimo valore, ad oltre 660 dollari (giugno 2014), mentre oggi valgono circa 250 euro.

Il potenziale di crescita è ancora enorme: l'uso sempre più massiccio che si fa della tecnologia, computer sempre più potenti ed una comunità sempre più connessa ad internet permette e permetterà ai Bitcoin di prosperare come moneta.

Ovviamente tale crescita porta anche a dei rischi, tra cui quello della stabilità dei prezzi e quello, sempre possibile, che i creatori del progetto decidano di chiudere la moneta Bitcoin proprio per i rischi che essa potrebbe potenzialmente portare con sé.

bitcoin_markets

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Bitcoin: cosa sono?"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: