Forex Trading Italia
08 ottobre 2012

Cameron potrebbe porre il veto al bilancio europeo

Cameron potrebbe porre il veto al bilancio europeo qualora questo fosse nell'utilità del Regno Unito.

Il primo ministro britannico David Cameron ha minacciato ieri di far naufragare i colloqui di bilancio dell'Unione europea a meno che gli altri membri del blocco delle 27 nazioni decidano un controllo adeguato della spesa, senza però specificare quale potrebbe essere una soluzione accettabile per la Gran Bretagna.

Cameron e la zona UE, la sfida continua

Cameron ha prestato il suo sostegno alla proposta che vorrebbe due bilanci dell'Unione europea, uno per i paesi che usano l'euro come moneta e uno per tutti gli altri paese, come, appunto, il paese britannico.

Il primo ministro inglese ha usato il potere di veto della Gran Bretagna, lo scorso dicembre, per bloccare il patto progettato per aiutare la zona euro, una mossa che ha deliziato gli uomini anti-UE del suo partito conservatore, ma ha costernato i partner liberali della coalizione democratica, oltre che gli altri leader europei, che alla fine hanno deciso di sottoscrivere un accordo senza la Gran Bretagna. Cameron ha detto alla BBC che il "trattato non è nell'interesse della Gran Bretagna, non importa quanta pressione si porti andare contro tutti gli altri".

I leader europei discuteranno il bilancio UE per il periodo 2014 - 2020 nel corso dei prossimi mesi. Il primo ministro britannico è oggi sotto pressione per la linea dura intrapresa contro Bruxelles, il che fa tenere che i conservatori perderanno dei voti favorevoli alle prossime elezioni nel Regno Unito, previste per il 2015.

Cameron dice che vuole che la Gran Bretagna continui a far parte dell'Unione europea, il suo principale partner commerciale, ma si è impegnato ad evitare di essere invischiati in costose soluzioni per porre fine alla crisi del debito della zona euro. Addirittura ha promesso un referendum dopo il 2015 su un futuro trattato con l'UE, ma alcuni conservatori vogliono che la Gran Bretagna possa rinegoziare il suo rapporto con l'Europa.

Per vincere le elezioni, un settore su cui Cameron potrebbe spingere di più è la questione dell'immigrazione europea, un tema con il quale i partiti politici britannici spesso guadagnano dei voti. Addirittura, Cameron ha detto che due settimane fa ha visitato due fabbriche in una settimana e ha fatto la domanda di "quante persone si impiegano da altri paesi dell'UE". In una il 60 per cento dei lavoratori non è di origine inglese, nell'altra il 50 per cento. Cameron ha infine commentato con un "ecco perché abbiamo così tanti disoccupati nel nostro paese".

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Cameron potrebbe porre il veto al bilancio europeo "

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: