Forex Trading Italia
17 gennaio 2012

Candele Giapponesi

Vediamo le più diffuse ed usate candele giapponesi, per capire come poter fare meglio analisi tecnica.

Le candele giapponesi non hanno una data certa di nascita, così come non sappiamo chi le ha inventate. Esse sono probabilmente il risultato di una decisione collettiva, da cui sono nati degli sviluppi successivi. Dal XVII secolo i giapponesi le hanno iniziate ad usare per il commercio del riso.

Scopriamo tutto sulle candele giapponesi

Nel diciottesimo secolo, un commerciante giapponese, Munehisa Homma, nato nel 1724 a Sakata, in Giappone, divenne uno degli uomini più ricchi del Giappone grazie ad una rappresentazione grafica del trend dei prezzi. Tale rappresentazione grafica ha portato alla nascita delle candele giapponesi.

Dato che Homma era un commerciante, voleva conoscere in anticipo il prezzo del riso, dunque ha escogitato un sistema per identificare i cambiamenti del prezzo del riso. Il sistema che ha messo in piedi gli ha permesso di guadagnare velocemente grosse somme di denaro, speculando anche sul prezzo del riso.

Sono anni che i trader Forex stanno riscoprendo le candele giapponesi, oggi utilizzate da un gran numero di investitori in tutto il mondo.

Ci sono sostanzialmente due tipologie di candele. La candela rossa è una candela ribassista, spesso raffigurata anche in nero, mentre la candela verde rappresenta una candela rialzista, spesso rappresentata anche in bianco.

METTER IMMAGINE

Per disegnare una candlestick giapponese, è necessario conoscere il prezzo di apertura, il prezzo di chiusura, il prezzo più alto e quello più basso del periodo di riferimento. La candela è composta da un corpo e, di solito, da due ombre, ovvero una linea verticale sopra e sotto il corpo.

Una candela verde o bianca significa che la chiusura si è avuta al di sopra del prezzo di apertura, al contrario una candela rossa o nera significa che il prezzo di chiusura si è avuto al di sotto del prezzo di apertura.

Le candele giapponesi in un grafico permettono di visualizzare le varie configurazioni tecniche, come il martello, le candele doji, l'Hangman e molte altre configurazioni, che ci permettono di capire i segnali di ingresso o di uscita dai mercati.

Vediamo le diverse forme che può assumere una candela.

Le candele Marubozu

Le candele giapponesi Forex possono assumere la forma "Marubozu", nota anche come candela lunga. Queste candele mostrano una forte pressione ad acquistare o a vendere. Si tratta praticamente di candele che non hanno alcuna ombra, oppure al massimo hanno un'ombra decisamente piccola rispetto alla grandezza del corpo.

Candele Hammer, o martello

Le candele giapponesi possono assumere anche la forma di martelli. Si tratta di una candela che preannuncia una possibile inversione del trend avviso di un'inversione. E' possibile vedere un'inversione sia al rialzo che al ribasso. Hanno una forza ancora maggiore soprattutto se si trovano alla fine di un forte trend al rialzo o al ribasso.

Candele Doji

Le candele Doji sono una delle forme più interessanti ed attese di candele giapponesi. Si tratta di candele che hanno una lunga ombra e un corpo praticamente nullo. Indicano una situazione di forte indecisione del mercato e, se si trovano alla fine di un forte trend, ne preannunciano una possibile inversione.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Candele Giapponesi"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: