Forex Trading Italia
15 dicembre 2011

Confindustria: Pressione fiscale ai limiti record, Pil in discesa e disoccupazione al 9%.

Situazione di crisi per l'Europa, ma soprattutto per l'Italia. Si attendono modifiche alla riforma del governo Monti, ma per ora i dati delle previsioni del Centro Studi di Confindustria non sono positivi.

Secondo i nuovi dati di Confindustria pare che il periodo di crisi non sia affatto nella fase finale, anzi si prospetta un freddo inverno che tende alla recessione, ma si spera in uno spiraglio solo per la tarda primavera del 2013.

Confindustria: Pressione fiscale ai limiti record, Pil in discesa e disoccupazione al 9%.

Per ora i dati delle previsioni del Centro Studi di Confindustria parlano chiaro, il 2012 chiuderà con un Pil negativo (-1,6%) e il 2013 avrà un Pil leggermente positivo (0,6%).

Sempre secondo le previsioni del Centro Studi di Confindustria tutta l'Europa avrà un nuovo stop nella crescita economica, ma l'Italia ne risentirà in maniera maggiore.

Ancora il Centro Studi di Confindustria fornisce un'informazione che preoccupa i cittadini, pare infatti che ci sarà una pressione fiscale da record: nel 2012 al 45,1% e nel 2013 al 45,5% del Pil 2013, anche se la pressione fiscale effettiva sarà ben oltre il 54%.

Un'ultima previsione scioccante prospettata dal Centro Studi di Confindustria è quella relativa all'occupazione, o per meglio dire alla disoccupazione visto che pare possa esserci una diminuzione di posti di lavoro di circa 6 o 9 milioni per ogni paese dell'Ue.

Pare Urgente davvero una manovra finanziaria, anche se come si discuteva in aula nella giornata di ieri, troppe tasse per un paese che già affronta un periodo di crisi non aggiusta l'economia.

Ici o Super Imu Anticipata e Pensioni

Molti Italiani si affrettano nell'effettuare un preventivo calcolo Ici 2012 secondo le nuove rivalutazioni catastali e un calcolo della pensione considerando le nuove riforme, ma tutti sperano in una marcia indietro per non sostenere perlomeno l'Ici sulla prima casa (Imu) o altre tasse come gli aumenti delle aliquote Inps e la stangata conti correnti.

Per ora pare sia stata fata marcia indietro solo per la liberalizzazione dei farmaci di fascia C.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Confindustria: Pressione fiscale ai limiti record, Pil in discesa e disoccupazione al 9%."

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: