Forex Trading Italia
02 febbraio 2017

7 Consigli per Scegliere un Broker Forex

Come scegliere un broker forex sicuro, con cui investire in tranquillità? Ecco 7 consigli che potrebbero aiutarti nella scelta.

Sei alla ricerca di un consiglio su come scegliere un buon broker forex? Effettivamente, la scelta è ampia e ogni broker, dal canto suo, ha la migliore offerta commerciale e "tira l'acqua al suo mulino", come si è soliti dire. D'altra parte, la scelta di un buon broker Forex non è una cosa che può essere lasciata al caso in quanto è una cosa fondamentale per avere successo a lungo termine nel mercato delle valute. Scegliere e decidere con attenzione il proprio partner commerciale nel mercato delle valute è quanto mai importante, infatti pensare di aprire un conto con un broker a caso ed iniziare ad operare ci fa venire i brividi perché si corrono rischi che possiamo solo immaginare, tra cui perdere tutti i soldi investiti.

Consigli per Scegliere un Broker

A parte il già citato rischio di perdere quello che si è depositato (nel caso di broker forex truffa), si corre anche il rischio di non vedersi mai pagati i guadagni che duramente si sono fatti nel mercato delle valute. Ecco perché consigliamo di scegliere sempre e solo broker italiani e autorizzati ad operare in Italia.

Consiglio 1. L'affidabilità del broker


Per prima cosa occorre valutare l'affidabilità del broker. Non esiste modo migliore per farlo che leggere su internet le recensioni degli utenti che, prima di voi, hanno provato un dato broker. Se tali recensioni sono positive, allora potete fidarsi, altrimenti meglio passare oltre. Ovviamente, non limitatevi ad una sola recensione positiva, ma cercate di raccogliere più punti di vista.

LEGGI ANCHE: i migliori broker forex affidabili

Consiglio 2. La regolamentazione


Questo è probabilmente l'aspetto più importante da prendere in considerazione, perché a seconda di quale broker forex si decide di scegliere, è necessario fare in modo che sia un broker iscritto ad un ente di controllo e che sia, di conseguenza, autorizzato ad operare.

Ad esempio, i broker che operano negli Stati Uniti d'America devono essere regolati dalla NFA (National Futures Association) o dalla CFTC (Commodity Futures Trading Commission), mentre un broker del Regno Unito dovrebbero essere regolamentato dalla FSA (Financial Services Authority). In Europa c'è il CySEC, mentre non tutti i broker autorizzati ad operare nel nostro paese sono iscritti alla Consob, anche se alcuni decidono di farlo (come FXTM).

Meglio dunque optare per un broker regolamentato che per un broker che si trova in uno stato off shore, dato che in questo caso si sta assumendo il rischio enorme di non rivedere mai più il proprio denaro.

Consiglio 3. Il servizio di assistenza


La valutazione del servizio di assistenza è un passaggio importante, che va fatto in prima persona. Come? Semplice, non bisogna fare altro che contattare il servizio di assistenza e attendere risposta. Dal momento in cui volete delle informazioni e siete in procinto di diventare clienti, come minimo occorre attendersi una buona risposta, esauriente e veloce. Ponete loro delle domande tecniche, per valutarne il grado di preparazione, fatevi dire con attenzione se ci sono dei limiti o delle restrizioni al conto, ecc. Cercate, in pratica, di capire se sono dei veri professionisti o meno. Se le risposte che vi arrivano dal servizio di assistenza non vi soddisfano o, peggio, arrivano dopo giorni e giorni di attesi o addirittura non arrivano, meglio andare oltre.

Consiglio 4. La leva finanziaria


Sappiamo che la leva è uno strumento che permette di moltiplicare i guadagni (LEGGI ANCHE: la leva finanziaria nel forex), ma allo stesso momento fa moltiplicare la potenziali perdite che si possono avere. Alcuni broker offrono una leva massima di 100:1, mentre altri possono arrivare ad offrire anche leve di 500:1 e fino a 1000:1. Dal nostro punto di vista, la miglior leva da usare potrebbe essere la 100:1 , dato che permette di avere un buon equilibrio tra guadagno e rischio.

Diffidate dei broker che vi spingono ad usare leve sempre più alte promettendovi guadagni facili: così facendo mettete a rischio il vostro denaro.

Consiglio 5. Tipi di account


I broker offrono diversi tipi di account, dai mini account fino ai conti tradizionali. I primi sono ottimi per chi è nuovo del Forex e vuole evitare di rischiare troppo, dato che permettono di investire con i micro lotti. I secondi sono invece ottimi per chi è già esperto e vuole rischiare di più.

La scelta dovrebbe idealmente cadere su un broker che propone varie tipologie di conti, che pertanto si adattano ad ogni necessità e ad ogni investitore, anche il più piccolo.

Consiglio 6. Valutare gli spread


Occorre sempre valutare gli spread che il broker offre. Lo spread, come sappiamo, è la differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto. Minore è lo spread e più facile sarà guadagnare denaro, di conseguenza cercate sempre dei broker con degli spread migliori.

In generale possiamo dire che se sei un trader che opera a lungo termine trader, utilizzando principalmente dei grafici che vanno dalle 4 ore in su, lo spread non è un grande problema. Se invece si fa forex con degli intervalli di tempo più brevi, ad esempio il day trading o lo scalping, allora l'importanza dello spread aumenta di molto ed è meglio trovare dei broker che offra degli spread i più piccoli possibile.

Consiglio 7. I conti demo


Se sei un principiante del forex o vuoi testare una nuova piattaforma di trading, allora il passaggio fondamentale da fare è quello di aprire un conto demo forex. Sono dei conti gratuiti che tutti possono aprire per investire senza rischiare denaro proprio, ma facendo forex con denaro "virtuale" messo a disposizione dal trader.

Ogni broker ne offre uno, e dev'essere così, perché ad ogni trader deve essere data la possibilità di provare la piattaforma di investimento prima di versare denaro reale.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "7 Consigli per Scegliere un Broker Forex"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: