Forex Trading Italia
12 ottobre 2011

Creazione di posti di lavoro USA, bocciato il piano di Obama

Nella Creazione di posti di lavoro USA è stato bocciato il piano di Obama.

La proposta del presidente Barack Obama di mettere in atto un piano di 447 miliardi di dollari per la creazione di posti di lavoro è stato bocciato da parte del Senato degli Stati Uniti in seguito alla mancanza di 60 voti, che sarebbero stati necessari per promuovere questo piano, anche al fine di rilanciare un'economia vacillante.

Bocciato il piano del lavoro di Obama

La votazione si è conclusa in serata e, come detto, ha visto la bocciatura del piano. La normativa generale prevede dei tagli alle tasse sui salari per i lavoratori e per i datori di lavoro, inoltre mette nuovi fondi a disposizione per le strade, per i ponti e per le altre infrastrutture.

Il leader della minoranza al Senato, Mitch McConnell, ha detto che il provvedimento è una pessima idea, che si basa su proposte simili al 2009, uno sforzo che non ha funzionato. Se si vota contro uno stimolo, è l'unico modo per ottenere dai Democratici di Washington l'abbandono definitivo di questo approccio, che non è riuscito a creare posti di lavoro.

I leader democratici del Senato, la settimana scorsa, nella revisione della proposta iniziale del presidente, hanno cercato in parte di raccogliere un maggior sostegno all'interno del loro partito.

I repubblicani si sono opposti a questo piano perché hanno una comprovata esperienza che non riuscirebbe a creare dei posti di lavoro.

Obama ha promesso di portare avanti il suo piano al fine di cercare di ottenere i voti dal Congresso. Lo stesso Obama ha infatti detto che il voto non è affatto la fine della lotta.

Il voto lascia l'agenda economica di Obama in un limbo, perché i partiti politici non sono d'accordo su cosa si dovrebbe fare per abbassare il tasso di disoccupazione. I repubblicani cercano dei tagli fiscali permanenti e la deregolamentazione, mentre Obama e i democratici vogliono spendere di più.

Obama propone infatti di creare dei posti di lavoro per tagliare le imposte sui salari dei lavoratori e dei datori di lavoro, estendendo i benefici ai senza lavoro, fornendo aiuti agli stati per le scuole e aumentando la spesa per le opere pubbliche, come le strade e i ponti.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Creazione di posti di lavoro USA, bocciato il piano di Obama"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: