Forex Trading Italia
06 ottobre 2015

Crisi economica in Cina: i cinque grafici che mostrano esattamente perché è terrificante

Tutti i dettagli sulla crisi economica in Cina, perché è più grave di quello che si pensa e che effetti potrebbe avere sull'economia mondiale.

La crisi finanziaria in Cina ha già creato delle onde d'urto che si sono sentite in tutto il mondo, ma gli esperti temono che il peggio deve ancora venire. Considerando il fatto che quella cinese è la seconda più grande economia del mondo, la sua crisi economica ha avuto un enorme effetto sui mercati globali, tra cui anche quelli in Europa.

A Londra, ad esempio, una delle più grandi borse al mondo, l'indice FTSE 100 ha perso miliardi di sterline di valore da quando ha colpito il picco nel mese di aprile, e la recente perdita è stata guidata soprattutto dai timori legati all'economia cinese. La scorsa settimana l'indice è sceso di 70 miliardi di sterline in un solo giorno, soprannominato "lunedi nero", a seguito di enormi vendite nello Shanghai Composite Index.

Ma siamo solo all'inizio del calo dell'economia cinese e alcuni economisti sono terrorizzati di quello che potrebbe succedere.

La rapida ascesa della Cina in termini di crescita degli investimenti è stata vista, in Asia, prima con il Giappone e poi con la Corea del Sud. Ma gli esperti dicono che la scala di crescita cinese è stata senza precedenti sia per durata che per importanza.

crisi-cina-grafico-1

La crescita degli investimenti in Cina, che ha portato ad un uso maggiore del Renminbi, è stata superiore a quella del Giappone e della Corea del Sud, ma al tempo stesso la Cina ha accumulato debito a un ritmo molto veloce negli ultimi anni. I paesi che hanno seguito lo stesso percorso hanno visto delle flessioni notevoli.

crisi-cina-grafico-2

L'aumento del credito in Cina ha dato vita ad un disastro annunciato. La crescita in Cina sta rallentando, ma nessuno sa esattamente da quanto tempo ciò sta accadendo poiché i dati diffusi dai funzionari ufficiali sono considerati largamente inaffidabili. Tuttavia, il commercio mondiale è rallentato molto e gli esperti pensano che dietro a tutto ci sia proprio la Cina.

crisi-cina-grafico-3

Il rallentamento dell'economia cinese è la causa del rallentamento dell'economia globale. Il maggiore impatto del rallentamento lo si vede nelle economie emergenti e in quelli molto legati al paese orientale, come Australia e Nuova Zelanda.

Tuttavia, un certo numero di economie della zona euro, in particolare la Germania, sono alimentate da una grande quantità di esportazioni verso la Cina.

Anche un'economia di mercato aperta come quella della Gran Bretagna non è al riparo da un rallentamento globale, anche se le esportazioni verso la Cina sono relativamente piccole. Oltremanica è più preoccupante l'esposizione del settore finanziario del Regno Unito verso la Cina, schizzata in questi ultimi anni.

A fronte di una bassa inflazione e di una situazione incerta in Cina, i critici ora pensano che la Bank of England possa mantenere il tasso base ancora al minimo.

crisi-cina-grafico-4

Gli esperti si sono preoccupati, nei mesi passati, della crisi in Grecia e dei suoi effetti sull'economia mondiale, ma in realtà un problema all'economia cinese potrebbe rivelarsi molto più disastroso perché l'esposizione bancaria mondiale è maggiore verso il paese orientale che verso quello europeo. E' un po' la storia di Davide contro Golia.

crisi-cina-grafico-5

Via | express.co.uk

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Crisi economica in Cina: i cinque grafici che mostrano esattamente perché è terrificante"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: