Forex Trading Italia
22 agosto 2012

La Crisi della Zona Euro migliora a vista d'occhio

La Crisi della Zona Euro migliora a vista d'occhio, lo dice il numero uno dello European Financial Stability Facility.

Contrariamente alla percezione dei media e alle credenze di mercato, la situazione economica nella zona euro sta migliorando a vista d'occhio, in seguito alle importanti misure adottate dalle nazioni, lo fa sapere l'amministratore delegato dello European Financial Stability Facility, Klaus Regling.

La Crisi della Zona Euro migliora a vista d'occhio

La situazione è molto migliorata da quando la crisi del debito sovrano è scoppiata, cinque anni fa, dopo la caduta di alcune grandi banche americane.

Nonostante la mancanza di fiducia e lo scetticismo dei mercati, gli stati membri della zona euro e quindi l'Unione europea hanno compiuto dei progressi significativi a livello nazionale per ridurre gli squilibri macroeconomici.

Alcune delle misure adottate dai paesi della zona Euro hanno avuto un forte impatto sui principali indicatori economici, che hanno portato ad un miglioramento del deficit di bilancio e delle partite correnti, oltre che ad una inflazione controllata.

Il deficit fiscale europeo è pari alla metà del deficit degli Stati Uniti o del Giappone, inoltre, l'Unione Europea ha proiettato il suo deficit prossimo pari al 3 per cento. Inoltre le economie della zona euro hanno rafforzato i propri meccanismi di sorveglianza economica. Le riforme assunte a livello nazionale, insieme al rafforzamento della governance economica e alle misure per migliorare la crescita economica a livello UE, hanno iniziato a produrre i loro risultati.

Con riferimento al sistema bancario, il capo dell'EFSF ha detto che la capitalizzazione delle banche è migliorata, nella zona euro, dopo l'infusione di grande capitale da parte della Banca centrale europea, tanto che il rischio di inflazione resta in ogni caso basso.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "La Crisi della Zona Euro migliora a vista d'occhio"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: