Forex Trading Italia

Discorso Theresa May: il Regno Unito sceglierà l'hard Brexit

L'hard Brexit assume dei contorni sempre più definiti dopo il discorso di Theresa May di oggi. Il Primo Ministro britannico ha detto che il paese lascerà l'UE, senza "se" e senza "ma".

Il Regno Unito lascerà l'UE, indipendentemente dal fatto se il Parlamento britannico appoggerà l'accordo che Theresa May ha intenzione di sottoscrivere con Bruxelles. Il Primo Ministro britannico è riuscita a placare alcune critiche tra i Commons e i Lords, promettendo un voto sui termini del Brexit che lei ha intenzione di contrattare, anche se altre fonti hanno confermato che il paese lascerà il blocco unico anche l'accordo dovesse essere respinto.

Una mossa del genere renderebbe probabilmente più difficile la Brexit e porterebbe il paese britannico a lasciare l'UE senza alcun accordo successivo, cosa che rischia di essere molto pesante da un punto di vista economico.

La May ha fatto sapere che il Regno Unito lascerà il mercato unico e cercherà di negoziare un nuovo accordo di libero scambio con l'Unione europea dall'esterno, affermando che “il governo deciderà sull'accordo finale che verrà concordato tra il Regno Unito e l'UE con un voto in entrambe le Camere del Parlamento, prima della sua entrata in vigore”.

Il primo ministro è stato inequivocabile nel suo discorso, esortando i leader europei a trovare un accordo reciprocamente vantaggioso con il Regno Unito, che ha dimostrato di non avere paura di lasciare il blocco unico, in considerazione del fatto che la May ha detto di essere convinta che nessun accordo sia meglio di un cattivo accordo per il paese.

Alla fine dello scorso anno un documento del Tesoro ha messo in guardia dal fatto che la Gran Bretagna potrebbe perdere fino a 66 miliardi di sterline all'anno se dovesse decidere di perseguire l'hard Brexit, ovvero l'abbandono senza se e senza ma del mercato unico. Dei dati governativi hanno invece evidenziato come il prodotto interno lordo del Regno Unito potrebbe scendere di ben il 9,5 per cento se il paese dovesse lasciare l'UE e tornare alle regole dell'Organizzazione mondiale del commercio.

Conviene vendere sterline, comprando euro e dollari?

Nel momento esatto in cui la May parlava, e anche appena dopo la fine del discorso, la sterlina ha guadagnato molta forza sia nei confronti del dollaro che dell'euro, lo si vede dal grafico euro sterlina e dal grafico sterlina dollaro.

Chi si aspettava un altro crollo della divisa britannica, dopo quello appena dopo il voto, è stato smentito e potrebbe aver perso denaro qualora avesse aperto una posizione forex in tal senso.

Capire se conviene vendere o meno sterline in questo momento è una cosa non proprio facile, anche perché il mercato è altamente volatile e sensibile al discorso Brexit, in quanto ci si sta per addentrare in un percorso mai fatto prima d'oggi.

Per rimanere sempre aggiornati sull'andamento della sterlina consigliamo anche la nostra pagina del cambio, mentre per chi è alla ricerca di novità, da non perdere è la pagina sulle previsioni sterlina 2017.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Discorso Theresa May: il Regno Unito sceglierà l'hard Brexit"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: