Forex Trading Italia
18 aprile 2016

Donald Trump: chi è il candidato repubblicano alle Elezioni del Presidente USA 2016

Imprenditore immobiliare nato nel 1946 nel Queens, New York, Donald Trump ha preso parte, nel 1971, ad uno dei più grandi e redditizi progetti di costruzione mai sviluppati a Manhattan. Nel 2004 è stato uno dei protagonisti del reality The Apprentice, nel 2015 ha annunciato la sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti.

Donald John Trump, questo il nome completo del candidato alle Presidenziali USA 2016, è nato il 14 giugno 1946, nel Queens, New York, quarto di cinque figli di Frederick C. e Mary MacLeod Trump. Il parte era un costruttore immobiliare, specializzato nella realizzazione di appartamenti per persone di medio reddito nel Queens, a Staten Island e nell'area di Brooklyn. Donald è sempre stato un bambino molto energico, tanto che i genitori lo mandarono alla New York Military Academy a 13 anni, sperando che la disciplina della scuola avrebbe canalizzato le sue energie in modo positivo.

Trump ha fatto bene in Accademia, sia socialmente che accademicamente, diventando un vero e proprio atleta, oltre che leader tra gli studenti. Si è diplomato nel 1964 e due anni dopo si è trasferito alla Wharton School of Finance presso l'Università della Pennsylvania, dove ha conseguito una laurea in economia nel 1968.

Gli inizi

Trump sembra essere stato fortemente influenzato dal padre nella decisione di cosa fare della sua vita, ma sembra che il giovane avesse degli obiettivi molto più grandi di quelli dei suoi genitori. Lavorando nella ditta del padre, egli riuscì a convincerlo ad espandere l'attività prendendo in prestito denaro basandosi sul valore degli appartamenti posseduti dall'azienda. In ogni caso, il settore era molto competitivo e i margini di profitto particolarmente stretti.

Nel 1971 Donald Trump ha ottenuto il controllo della società, che in seguito ha ribattezzato “Trump Organization”. Ha trasferito la sua residenza a Manhattan, dove ha cominciato a fare importanti conoscenze con persone influenti. Convinto delle opportunità economiche della città americana, Trump presto fu coinvolto in vari progetti di costruzione a Manhattan, ognuno dei quali gli avrebbe permesso, potenzialmente, di incassare dei grandi profitti.

L'espansione suo impero

Nel 1977, Trump ha sposato Ivana Zelnickova Winklmayr, modella di moda di New York. Nel 1978 nasce il primo dei tre figli della coppia, Donald John Trump Jr. Ivana Trump venne nominata vice presidente responsabile del design della Trump Organization e svolse un ruolo molto importante nel sovrintendere alla ristrutturazione del Commodore, un hotel che lo stesso imprenditori americano aveva ottenuto alcuni anni prima.

Nel 1979 Trump ha affittato un sito sulla Fifth Avenue adiacente alla Tiffany & Company per costruire una serie di appartamenti che valevano la monumentale somma di 200 milioni di dollari. Aperto nel 1982, l'edificio venne presto soprannominato “Trump Tower”, consta di 58 piani ed è caratterizzato da un atrio a sei piani rivestito in marmo rosa, con dentro una cascata di 25 metri. L'edificio, molto lussuoso, ha attratto diversi negozi in zona.

Nel frattempo Trump stava studiando il settore dei casino, che venne approvato nel New Jersey nel 1977, e nel 1980 fu in grado di acquistare una proprietà ad Atlantic City. Qui Donald portò il fratello minore, Robert, a dirigere il complesso progetto di acquisto del terreno, ottenendo anche una licenza per il gioco d'azzardo. Trump aprì, in collaborazione con altri nomi dell'area, un complesso da 250 milioni di dollari nel 1984, nominato Trump Plaza. Trump ha acquistato l'Holiday Inn dopo poco tempo e rinominò la struttura “Trump Plaza Hotel and Casino”. Infine, comprò l'Hilton di Atlantic City, quando la società non riuscì ad ottenere nuovamente la licenza per il gioco d'azzardo, e rinominò il complesso in “Trump's Castle”.

Alti e bassi dei suoi affari

L'inizio degli anni '90 è stato negativo per Trump, dato che il mercato immobiliare perse valore e così tutto l'impero del magnate americano. Benché egli affermò, all'epoca, che il suo patrimonio netto fosse di 1,5 miliardi di dollari, Forbes compì un'indagine in cui rivelò che, in realtà, il suo patrimonio valeva “solo” 500 milioni di dollari, tre volte di meno.

In ogni caso, la Trump Organization chiese una massiccia dose di prestiti per evitare il collasso, una situazione che sollevò dubbi sulla possibilità che la società potesse sopravvivere al fallimento. Alcuni osservatori hanno visto il declino di Trump come simbolo dei molti eccessi, economici e sociali, che si erano creati negli anni '80.

Donald Trump alla fine è riuscito a risalire da un deficit di quasi 900 milioni di dollari, sostenendo di aver raggiunto un valore di quasi 2 miliardi di dollari, che in realtà erano ancora una volta circa 500 milioni.

La vita personale, la politica e i Reality TV

Nel tentativo di risolvere i suoi problemi finanziari, l'immagine di Donald Trump venne ulteriormente offuscata dalla pubblicità che circondò la sua controversa separazione dalla moglie, Ivana. Nel 1993 si è sposato di nuovo, questa volta con Marla Maples, attrice alle prime armi.

Dalla donna divorziò nel tra il 1997 e il 1999. Nel gennaio 2005, il magnate americano ha sposato Melania Knauss, che gli ha dato un figlio, Barron William Trump, nel marzo 2006; è stato il primo figlio della donna e il quinto per Trump.

In mezzo a questi sconvolgimenti personali, il 7 ottobre 1999 Trump ha annunciato la formazione di un comitato esplorativo per cercare di capire se candidarsi per le presidenziali del 2000. Tuttavia, dopo una brutta figura durante le primarie della California, ha deciso di ritirare la candidatura.

Nel 2004 Trump arrivò in TV da grande protagonista come parte attiva dello show "The Apprentice", e questo contribuì, in qualche modo, a farlo conoscere di più al grande pubblico e a far aumentare l'apprezzamento verso di lui.

Nel 2012 torna in auge il legale di Trump con la politica, quando annunciò nuovamente di voler concorrere per la presidenza. Tuttavia, la sua associazione con il movimento "Birther", un gruppo di persone che credeva fermamente che il presidente Barack Obama non fosse nato negli Stati Uniti, ha apparentemente screditato la sua reputazione politica. Indipendentemente da ciò, Trump ha continuato ad essere un critico del presidente Obama, non solo riguardo al suo luogo di nascita, ma anche su una varietà di scelte politiche del presidente hawaiano.

Elezioni a Presidente USA 2016

Il 16 giugno 2015, Trump ha reso note le sue ambizioni di concorrere alla Casa Bianca per le elezioni presidenziali 2016 dal lato dei repubblicani. Egli disse: "Sarò il più grande presidente lavoratore che Dio ha mai creato".

Al momento dell'annuncio di Trump, i suoi commenti sprezzanti sui messicani e sull'immigrazione, portarono la NBC a recidere i legami d'affari con lui. In risposta, Trump ha presentato una querela contro la TV americana, con la figlia Ivanka che ha affermato che i commenti del padre sono stati distorti dai media. Eppure, tra grandi proteste sociali, anche altre organizzazioni hanno deciso di ritirarsi dal fare affari con il magnate, tra cui la Professional Golfers Association e il famoso brand Macy.

Un candidato controverso

Varie sono state le dichiarazioni controverse che Donald Trump ha mosso nel corso dei mesi nei confronti degli altri candidati, tra cui John McCain. Nonostante ciò, un sondaggio telefonico nazionale compiuto a metà dello scorso anno vedeva Trump in testa alla nomination repubblicana, con l'ex governatore della Florida Jeb Bush leggermente dietro.

Ad oggi, aprile 2016, Trump sembra essere il più probabile candidato repubblicano alla presidenza, con solo il senatore del Texas Ted Cruz e il governatore dell'Ohio John Kasich che possono avere una speranza di batterlo alle primarie. Il vantaggio di Trump tra gli elettori, tuttavia, è ancora sufficiente, ma potrebbe dissolversi in un attimo se si dovesse iniziare a dar peso ad alcune dichiarazioni particolarmente controverse, come la sua proposta di vietare l'immigrazione dei musulmani negli Stati Uniti e l'approvazione del waterboarding (una tecnica di tortura particolarmente violenta).

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Donald Trump: chi è il candidato repubblicano alle Elezioni del Presidente USA 2016"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: