Forex Trading Italia
20 novembre 2012

Downgrade della Francia, adieu Triple A

Moody's declassa la Francia e il paese deve dire addio, si spera temporaneamente, alla sua famosa tripla A.

Dopo Standard & Poor, all'inizio di quest'anno, anche Moody's declassa il rating sovrano della Francia, passandolo dalla famosa tripla "A" ad "AA1", con in più outlook negativo, il che significa che il rating dei transalpini potrebbe essere abbassato di nuovo. Le due agenzie hanno dunque confermato che la situazione in Francia è peggiorata, cosa testimoniata anche dal fatto che il paese ha recentemente lasciato i primi 20 posti dei paesi più competitivi al mondo, arrivando al 21° posto di questa particolare classifica e perdendo ben 6 posizioni dal 2010.

Francia, una continua perdita di competitività

Per giustificare la decisione, l'agenzia Moody's ha detto che "le prospettive economiche a lungo termine della Francia sono colpite da molteplici sfide strutturali", tra cui una perdita di competitività graduale ma continua e una forte rigidità dei mercati del lavoro, dei beni e dei servizi. L'agenzia cita anche delle prospettive di bilancio incerte a causa del deterioramento delle prospettive economiche. Infine, la capacità del paese di resistere ad eventuali nuovi scossoni futuri dell'area dell'euro è calata in maniera sensibili, mentre è andata aumentando l'esposizione del paese verso i paesi più fragili dell'unione monetaria.

Moody's ha pertanto ritenuto che le riforme recentemente annunciate da Hollande non fossero sufficienti per ripristinare rapidamente la competitività della Francia, nonostante il piano per ridurre i costi presentato lo scorso 6 novembre. Pierre Moscovici, ministro delle Finanze, ha detto che prende atto della decisione di Moody's, aggiungendo che il debito francese è rimasto tra i più liquidi e più sicuro della zona euro.

Downgrade della Francia, come influenzerà l'euro

Il downgrade della Francia non sembra spaventare gli economisti dato che esso era stato ampiamente previsto. Questo tipo di downgrade non è molto grave di per sé, in quanto era atteso, dato che la stessa Moody's lo aveva annunciato diversi mesi fa. Ciò che è importante è il fatto che ci sono due punti di debolezza dell'economia francese che non sono ancora risolti.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Downgrade della Francia, adieu Triple A"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: