Forex Trading Italia
18 giugno 2012

Elezioni in Grecia, siamo al punto di svolta

Arriva il momento delle elezioni in Grecia e ci si trova a decidere il futuro del paese, se dracma o euro. Da questo dipende anche il futuro della zona euro.

I leader europei stanno cercando di calmare i timori che le elezioni greche facciamo scattare una nuova crisi in stile Lehman Brothers, questa volta per le banche della zona euro. Gli ultimi sondaggi hanno comunque messo in evidenza una possibile vittoria di Nuova Democrazia, in leggero vantaggio sul partito di sinistra Syriza.

David Cameron ha confermato le sue idee, in linea con quelle del cancelliere tedesco Angela Merkel e del presidente francese François Hollande, nei colloqui di emergenza che preparano le eventuali conseguenze di questo storico voto.

Come reagiranno i mercati finanziari al voto di domani?

I mercati finanziari dovrebbero scendere nella sessione di lunedi se gli elettori non dovessero decidere in maniera chiara, cosa già accaduta lo scorso maggio. I leader temono, inoltre, un ritiro di massa dei risparmi dalle banche, cosa che costringerebbe i governi a richiedere nuovi aiuti.

Il Primo Ministro ad interim ellenico ha avvertito che il paese è in un momento critico, perché le elezioni potrebbero determinare il suo futuro nella zona euro. La Grecia si trova di fronte alla sua seconda elezione in sei settimane, con tutti i candidati principali che ora chiedono la rinegoziazione dell'accordo di salvataggio.

Alexis Tsipras, leader del gruppo Syriza, ha ripetuto la sua minaccia di far saltare l'accordo tra Atene e Bruxelles. Ha detto che la zona euro non caccia la Grecia per timore delle conseguenze per gli altri membri, come la Spagna e l'Italia. Il suo rivale principale, Antonis Samaras, ha invece detto che la situazione della Grecia rischia di peggiorare. Samaras, nel suo comizio finale, ha detto che i greci sono illusi se credono di poter evitare le riforme necessarie scegliendo di tornare alla dracma. Samaras è favorito nelle votazioni e nei sondaggi, ma deve raggiungere la maggioranza assoluta.

Il rischio principale è quello di una corsa agli sportelli, cosa dalla quale tutti devono guardarsi, anche i tedeschi. Nel frattempo la Merkel ha avvertito che i paesi della zona euro devono rispettare le misure di austerità concordate in passato. La cancelliera tedesca ha detto che "la forza della Germania non è illimitata e che per uscire dalla crisi bisogna per forza di cose riconoscere la realtà e valutare realisticamente le forze dei singoli paesi".

 

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Elezioni in Grecia, siamo al punto di svolta"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: