Forex Trading Italia
08 aprile 2014

L'Euro mantiene i guadagni, lo yen sale sull'avversione al rischio e sull'inazione della BOJ

L'Euro mantiene i suoi guadagni, lo yen JPY contro il dollaro USD sale dopo l'avversione al rischio. La sterlina inglese GBP nega le perdite.

EUR / USD ha invertito di fronte al S1 mensile

I responsabili politici europei sembrano essere bloccati in una modalità wait-and-see dato che sperano che i dati economici comincino a migliorare, eliminando la necessità di una politica monetaria aggressiva. Come vediamo dal grafico, EUR / USD non ha avuto un declino nel corso delle ultime ore mentre è rimbalzato sulla SMA a 100 giorni nonostante i fattori tecnici giornalieri al ribasso e ha recuperato di nuovo alla SMA a 55 giorni. Se questa resistenza dovesse venire violata, come implicato dagli studi settimanali e mensili, l'area successiva per l'euro dovrebbe essere a 1.3815/1.3783.

Il mercato sembra essere abbastanza sensibile all'apprezzamento della moneta unica. Una volta che essa è aumentata in valore (da 50 pips in su), la quota di operatori ribassisti è immediatamente salita di tre punti percentuali al 60 %, anche se è ancora sotto la media a 10 giorni del 62 %. La porzione di ordini di vendita è aumentata dal 48 % al 57 %.

GBP / USD nega le perdite

Gli ultimi dati in arrivo dalle PMI potranno incitare a discutere che non c'è bisogno di alzare i tassi di interesse quest'anno se la crescita dovesse arrivare a livelli più sostenibili.

Anche se ci sono ancora circa 40 pips tra il prezzo attuale e il supporto più vicino e significativo, GBP / USD ha avuto un'inversione a "U" ed è tornata al pivot point mensile. Questo movimento è stato previsto dalla maggior parte degli indicatori tecnici ma avrebbe dovuto accadere un po' più tardi. Ci sono ancora abbastanza resistenze in grado di arrestare il progresso della sterlina, come ad esempio la 1,6635 o la 1,6735. Analogamente alla reazione di EUR / USD, un leggero movimento al rialzo di GBP / USD ha causato una notevole inclinazione in favore delle posizioni corte, che proprio ora costituiscono il 64% del mercato, mentre ieri erano solo il 59 %. Nel frattempo, la differenza tra acquisto e vendita degli ordini rimane insignificante.

USD / JPY si trova di fronte a 102.72/70

La bassa volatilità nei mercati forex generalmente dovrebbe essere leggermente di supporto per le operazioni di carry trade e, indirettamente, per il rapporto dollaro / yen. Sembra che la SMA a 100 giorni sarà insufficiente per fermare la discesa del dollaro USA. Tuttavia, vi è un livello di supporto formidabile a 102.72/70 (costituito dal PP mensile, dal S1 settimanale e dalla SMA a 20 giorni) che dovrebbe essere in grado di ripristinare il trend ascendente. Questo punto di vista è anche rafforzato dagli indicatori tecnici, la maggioranza dei quali puntano al rialzo al momento. Sembra che ci siano meno trader che sfruttano il deprezzamento del dollaro. Al contrario, essi sono sempre meno convinti che la moneta sia in grado di recuperare. Durante gli ultimi cinque giorni di mercato la percentuale di posizioni lunghe, anche se ancora considerevole, è diminuita dal 75 % al 71 %.

USD / CHF è chiuso da 0.8940/23

I dati di lavori hanno confermato la moderata ripresa dell'economia statunitense, ma le attese del mercato erano troppo alte. Una zona di resistenza a 0.8940/23, principalmente formata dalla R1 mensile e dalla SMA a 100 giorni, ha dimostrato di essere importante già ieri ed in grado di far scendere USD / CHF al di sotto dei minimi del 2012 a 0.89. Ora, se la SMA a 55-giorni non dovesse riuscire a sostenere il tasso di cambio e a riaccendere l'interesse per l'acquisto del biglietto verde, la vendita probabilmente persisterà almeno fino al prezzo di 0,8813. Mentre alcuni commercianti cominciano a dubitare dell'andamento bullish di USD / JPY, sono molto più certi che il dollaro USA stia andando a sovraperformare sul Franco Svizzero. In primo luogo, il 74 % delle posizioni aperte sono lunghe, in secondo luogo, il 77% degli ordini effettuati entro 100 pips dal prezzo spot sono per l'acquisto del dollaro nei confronti del franco.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "L'Euro mantiene i guadagni, lo yen sale sull'avversione al rischio e sull'inazione della BOJ"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: