Forex Trading Italia
12 luglio 2016

Grafici a barre Forex

I grafici a barre, utili per capire l'andamento futuro del trend ma non così intuitivi da poter essere usati per investire nella pratica.

I grafici a barre sono alcuni tra i più diffusi tipi di grafici forex utilizzati nell'analisi tecnica. Come per i grafici a linee, un grafico a barre mostra il prezzo di chiusura di una data coppia di valute, ma in aggiunta permette di avere anche delle informazioni aggiuntive:

  • il prezzo di apertura;
  • il prezzo massimo e quello minimo raggiunti nel periodo di tempo considerato;
  • il prezzo di chiusura

Dal momento che la barra si riferisce ad un segmento di tempo, occorre impostare con precisione il timeframe ideale prima di iniziare ad analizzare il grafico a barre.

Ecco un esempio di grafico a barre:

Forex, il grafico a barre

Come leggere i grafici a barre forex

La parte superiore della barra indica il prezzo più alto scambiato per una data valuta in un determinato periodo di tempo. La parte inferiore mostra invece il prezzo minimo scambiato sempre per quella valuta per lo stesso intervallo di tempo. Nel complesso, la barra verticale mostra l'intervallo di prezzi raggiunto dalla coppia di valute analizzata nel periodo di tempo determinato.

Il trattino orizzontale sulla sinistra della barra indica il prezzo di apertura, mentre quello sul lato destro indica il prezzo di chiusura.

Conviene fare trading con i grafici a barre?

Analizzando i dati che ci vengono forniti dai grafici a barre è possibile certamente capire la direzione futura dei prezzi, ma in linea di massima no, non è una scelta conveniente principalmente perché essi forniscono esattamente le stesse informazioni dei grafici a candele ma sono meno intuitivi, dunque ci si impiega un attimo in più a leggerli e, soprattutto per chi fa scalping, potrebbe essere troppo tempo e si potrebbe perdere l'attimo giusto per aprire una posizione positiva.

A livello di utilità, diciamo che si trovano a metà strada tra i grafici a candele e quelli a linee, secondo quest'ordine:

  • grafici a candele;
  • grafici a barre;
  • grafici a linee.
  • Autore: Gino Topini

    Lascia il tuo commento su "Grafici a barre Forex"

    Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

    Per approfondire: