Forex Trading Italia
09 dicembre 2011

I Nuovi Accordi della Zona Euro

Dalla giornata di ieri è emerso che i Nuovi Accordi della Zona Euro comprenderanno solo 23 paesi in totale.

Il presidente del Consiglio europeo ha detto che il nuovo trattato intergovernativo tra i paesi della zona UE, che ha lo scopo di salvare la moneta euro, comprenderà solo i 17 stati della zona euro più altri sei paesi dell'Unione europea, ma non tutti i 27 stati membri dell'UE.

Trattato intergovernativo UE, ecco cosa è emerso dalla giornata di giovedì

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha elogiato il piano, dicendo che i 17 stati dell'Eurogruppo devono recuperare credibilità e credendo che le decisioni prese ieri questo obiettivo può e deve essere raggiunto.

Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, ha detto che i paesi UE daranno aiuti al FMI per 200 miliardi di euro, al fine di aiutare i paesi in difficoltà.

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha detto che avrebbe preferito un accordo tra tutti gli stati membri dell'Unione europea. Ma questo non potrà essere raggiunto dato che l'Inghilterra ha proposto di essere esentata dalle nuove regole fiscali dell'UE.

david cameron

Sarkozy ha detto che la proposta di Cameron non poteva essere accettata, proprio in virtù del fatto che è stata la mancanza di regolamentazione che ha causato i problemi attuali. In ogni caso, il nuovo accordo dovrebbe essere pronto entro marzo.

David Cameron, non è d'accordo con le nuove riforme dell'Unione Europea

David Cameron ha posto il suo veto ad un accordo tra tutti i 27 Stati membri dell'UE, perché non ha ottenuto le garanzie che voleva per il suo paese. Il primo ministro inglese ha insistito dicendo di agire nell'interesse nazionale. Ha infatti detto che ci sono sempre dei pericoli con l'approvazione di un trattato all'interno di un trattato.

Nicolas Sarkozy accusa David Cameron del fallimento degli accordi. I rischi ora sono la partenza di un nuovo blocco euro senza la Gran Bretagna, ma i ministri sono pronti a sminuire i rischi. C'è infatti chi dice che la cosa non significa che il Regno Unito perderà la sua influenza su altre questioni.

Ma come reagirà l'opinione pubblica inglese? Il premier spera che lo vedranno come un leader forte, che mette gli interessi della Gran Bretagna più di ogni altra cosa, così come successe ai suoi tempi con la "lady di ferro", la Tatcher. Ma con l'euro ancora in bilico, la posta in gioco per Cameron è di gran lunga superiore anche a quella della Thatcher. Cameron ammette che la soluzione della crisi della zona euro è la cosa più importante, anche per l'economia del Regno Unito.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "I Nuovi Accordi della Zona Euro"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: