Forex Trading Italia
15 marzo 2013

IMU 2013: Via dalle Prime Case e dai Piccoli Uffici

L'IMU 2013 dovrebbe essere eliminata dalle Prime Case e dai Piccoli Uffici. E' questa la proposta del PD.

Una delle novità più recenti per quanto riguarda l'IMU 2013, la tassa sugli immobili imposta dal governo Monti, è relativa all'eliminazione della stessa tassa dalle prime case e dagli immobili delle piccole imprese commerciali. E' questa la proposta del PD, che ha vinto (ma non stravinto) le recenti elezioni italiane.

Secondo Bersani, leader del partito, l'IMU verrebbe pagata solo se maggiore di 400 o di 500 euro, una soglia minima ancora da definire. Il documento del partito propone anche di "accorpare" alle prime case anche gli immobili in possesso delle piccole imprese, come ad esempio i negozi o i piccoli uffici.

Si tratta di una scelta che permetterebbe a molti italiani di non pagare questa tassa, che ad onor del vero non è mai stata amata, e che consentirebbe di risolvere il dilemma della legge di stabilità 2013, in base alla quale l'IMU 2013 sulle case verrebbe intascata dai comuni, che potranno dunque far gravare sui loro cittadini un'aliquota più bassa, mentre lascia allo stato quella parte di tassa relativa ad immobili produttivi, che rientrano nel gruppo catastale "D", sui quali l'aliquota da applicare dovrebbe essere dello 0,76 per mille più la maggiorazione prevista da ogni singolo comune.

Rimaniamo sintonizzati sull'IMU al fine di vedere se e quando ci saranno altre novità.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "IMU 2013: Via dalle Prime Case e dai Piccoli Uffici"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: