Forex Trading Italia
16 febbraio 2016

Investire in Azioni: come scegliere un buon investimento

Consigli su come scegliere le migliori azioni per chi vuole investire in questo mercato.

Gli investitori passano spesso un sacco di tempo a decidere come scegliere un buon investimento in azioni. Molti accettano il consiglio di intermediari finanziari, altri invece si affidano a ciò che si legge sui libri, sui giornali o su internet. Quando il mercato oscilla drammaticamente ogni giorno, sembra che trovare un buon titolo su cui investire sia piuttosto una questione di fortuna quanto di abilità. In realtà, per fare un buon investimento la "Dea Bendata" non c'entra se si tengono in mente alcuni principi cardine.

Le buone aziende guadagnano denaro

Le aziende di successo generano contanti, anno dopo anno. Per questo motivo nello scegliere un buon investimento in azioni bisogna sempre limitare la ricerca alle migliori aziende del mercato, una decisione che permette di andare più sul sicuro. Occorrerebbe scegliere aziende con buoni mercati, buoni prodotti, buoni clienti, buoni flussi di entrate e un buon rapporto tra costi e guadagni.

Se dai un'occhiata alle nostre azioni, vedrai che ci sono solo le migliori aziende italiane e non sono: parliamo di quotazioni Ferrari, quotazioni ENEL, quotazioni Saipem (benché ora l'azienda sia un po' in crisi dal punto di vista del titolo azionario) e anche delle migliori imprese straniere, come Apple.

Per cui, se vuoi fare un buon investimento, scegli bene, non andare mai a caso e non scegliere con fretta, ma pondera bene i pro e i contro di ogni decisione. Questo è quello che fanno i grandi.

I grandi investitori pensano come proprietari

Effettivamente, se ci pensi bene, non è un concetto così strano. Il capitale sociale di un'azienda viene diviso in azioni, che sono poi vendute sl mercato a chi le vuole acquistare.

Coloro che decidono di farlo diventano azionisti, ovvero proprietari di una parte del capitale sociale dell'azienda. In pratica, diventano soci dell'impresa.

Come proprietari di un business, è necessario capire quello in cui si investe. Non preoccuparti, non c'è bisogno di avere un MBA o un titolo specialistico, bisogna solo comprendere come funziona un certo tipo di business.

Nello scegliere un buon titolo su cui investire, pensa magari ai tuoi hobby, a quello che ti piace fare, a quello che compri ogni giorno. Pensa alle cose che già conosci. Poi guarda alle imprese che operano in quelle aree.

Che cosa fa l'azienda? Che cosa vende? Chi sono i suoi clienti? Chi, invece, i suoi concorrenti? I concorrenti hanno un certo margine competitivo sull'impresa? Come farà la società a fare più soldi quest'anno rispetto a quello scorso?

Come scegliere le azioni su cui investire

E' importante scegliere il titolo giusto, questo lo abbiamo capito. Una buona azione appartiene ad una società che produce in modo affidabile denaro. Facendo una prima scrematura in questo modo, hai escluso tutte le azioni più rischiose e sei un punto più vicino dal capire quel tanto che basta per decidere se l'azione vale la pena di essere posseduta.

Stimare una lista di titoli interessanti per vagliare l'elenco alcuni buoni candidati. Poi chiedetevi per ognuno di essi "conosco in che maniera questa azienda può fare soldi?"

Non c'è nessuna magia. Non c'è una formula segreta che solo pochi conoscono. Le migliori aziende fanno buoni affari e guadagnano denaro. Tutto quello che bisogna fare è essere preparati, fare le ricerche necessarie ed essere pazienti attendendo il giusto prezzo di mercato.

Come giocare in borsa

Quando avete deciso quali titoli scegliere, quali comprare, su quali investire, entra in gioco la borsa. Come giocare in borsa? Come comprare, praticamente, titoli azionari?

Ci sono principalmente tre strade:

  • andare in banca o presso un altro intermediario finanziario autorizzato ad operare in borsa e chiedere loro (dietro compenso) di acquistare azioni per conto tuo. E' il procedimento più lungo e solitamente più costoso;
  • scegliere un broker di opzioni binarie;
  • scegliere un broker forex.

La differenza tra un conto di opzioni binarie e uno di forex è principalmente legata alla modalità di investimento: con le opzioni binarie si acquista un'opzione che ha una determinata scadenza e si cerca di prevedere se, alla scadenza, il prezzo di tale opzione sarà più alto o più basso rispetto a quello di acquisto. Se la previsione è corretta, si incassa una certa percentuale sull'importo investito (solitamente del 70% circa).

Nel Forex trading, invece, si apre una posizione e la si tiene fino a che non la si vuole chiudere, in positivo o in negativo.

Entrambi possono essere fatti da casa oppure rivolgendosi ad un servizio di consulenza esterno.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Investire in Azioni: come scegliere un buon investimento"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: