Forex Trading Italia
01 giugno 2017

Investire in Petrolio, Guida 2107

Guida 2017 agli investimenti in petrolio: conviene, oggi, scegliere di investire in questo asset? Quando si, e quando no?

Investire nel mercato del petrolio è una delle opportunità più interessanti su cui si può scegliere di entrare, oggi, in questo particolare momento del 2017, ma i rischi sono altrettanto elevati. In questo articolo vogliamo andare ad approfondire gli investimenti sul greggio (altro nome con cui il petrolio è conosciuto), cercando di capire se sono validi e per chi si adattano.

Investire nel petrolio: perché?

Il principale motivo per cui si potrebbe voler investire nel petrolio è diversificazione degli investimenti. Abbiamo già parlato di questo concetto ed effettivamente è un eccellente modo - forse l'unico - per limitare e ridurre al massimo i rischi del trading.

Il petrolio è un fossile di cui oggi abbiamo estremamente bisogno e senza il quale non riusciremmo a sopravvivere: basti pensare all'elettricità, senza la quale non ci sarebbe internet e tutto quello che, di quotidiano, usiamo nelle nostre giornate. Certo, ci stiamo avvicinando lentamente ad un mondo sempre più orientato al green e al solare, ma siamo ancora lontani dal poterci dichiarare "liberi dal petrolio".

Considerando, inoltre, che oggi nel 2017 i prezzi del petrolio sono ancora bassi e oscillano attorno ai 50 dollari al barile, le opportunità per una salita ci sono tutte, soprattutto se consideriamo che l'OPEC, il principale ente cui fanno parte i principali paesi estrattori di greggio, ha fatto sapere che vuole cercare di ridurre la produzione per aumentare i prezzi dell'oro nero. Si tratta di un obiettivo concreto che bisognerebbe raggiungere nel più breve tempo possibile, sia perché la situazione attuale non è sostenibile, sia perché i prezzi del petrolio bassi hanno già fatto molti danni in paesi come il Venezuela, che ha risentito della crisi del petrolio.

Detto questo, investire oggi nel petrolio potrebbe rivelarsi una buona opportunità. D'altro canto, se gli accordi OPEC non dovessero funzionare e si dovesse continuare a "pompare" greggio in quantità, i suoi prezzi potrebbero riprendere a scendere.

I rischi ci sono, ma le opportunità sono altrettanto interessanti.

Investire nel petrolio con CFD: i migliori broker

La scelta di investire nel mercato del greggio acquistando dei CFD - Contratti per Differenza - è una delle più amate ed optate dalla maggior parte degli investitori.

I broker CFD, come eToro o BDSwiss ad esempio, danno l'opportunità di aprire dei contratti usando una leva finanziaria che moltiplica la propria potenza di acquisto, moltiplicando a sua volta i ricavi e le perdite - nel caso la decisione sia sbagliata.

Il lato positivo di scegliere di investire con i CFD è che si può sia acquistare che vendere allo scoperto greggio, nella speranza che il prezzo possa, rispettivamente, salire o scendere.

Come investire nel petrolio: le azioni

Un altro dei modi più interessanti per investire nel mercato del petrolio indirettamente è farlo attraverso l'acquisto di azioni di compagnie petrolifere, come ENI o Saipem ad esempio.

In questo caso, se ci si rivolge ad una banca o ad altro intermediario, per poter guadagnare è necessario che il prezzo salga, al contrario, aprendo un conto con un broker, è possibile guadagnare anche se il prezzo del greggio scende.

Investire con i Cowered Warrants

Si tratta di strumenti derivati che sono legati ad un sottostante, ovvero ad un asset. Tali derivati seguono il prezzo del sottostante, aumentandolo grazie ad un effetto leva. Possono essere sia CALL che PUT: i primi permettono di investire sul rialzo del prezzo del sottostante, i secondi, invece, sul suo calo.

Come investire nel petrolio, cosa bisogna sapere

La prima cosa da sapere è che il petrolio è ovviamente molto legato alla produzione dello stesso. In genere, se c'è un eccesso di produzione, i prezzi scendono, al contrario i prezzi salgono.

La situazione attuale del mercato petrolifero è intaccata anche da "alternative" come l'olio di scisto americano, che fa concorrenza, in termini di quantitativi disponibili sul mercato, al petrolio classico. Ancora, l'avvento delle energie pulite ed alternative potrebbe essere un duro colpo al prezzo del petrolio, considerando che sarà meno richiesto, ma questo avverrà non prima di qualche anno.

Per cercare di prevedere in maniera precisa e puntuale se il prezzo del greggio potrebbe salire o scendere, bisogna rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie del mondo del greggio, le info sull'OPEC e, in generale, su tutto quello che ruota attorno a questa commodity.

Conviene investire nel petrolio, oggi, nel 2017?

Se si cerca un modo di diversificare gli investimenti, allora il petrolio può essere una buona scelta, sicuramente più rischiosa di alternative come l'oro, ma anche potenzialmente più remunerativa.

Concentrare tutto il proprio business di trading sul prezzo del greggio potrebbe, invece, essere particolarmente rischioso.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Investire in Petrolio, Guida 2107"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: