Forex Trading Italia
11 giugno 2016

Le linee di Trend

Scopriamo tutto sulle linee di tendenza: come si disegnano, a cosa servono e in che maniera ci aiutano a guadagnare denaro nel Forex.

L'analisi tecnica si basa sul presupposto che i prezzi siano in tendenza. Le linee di tendenza, note anche come trend line, sono un importante strumento di analisi tecnica, utile sia per l'identificazione di tendenza che per una conferma della stessa. Una linea di tendenza è una linea retta che collega due o più punti di prezzo e si estende verso il futuro, in maniera da agire come linea di supporto o di resistenza. Molti dei principi che sono applicabili ai livelli di supporto e ai livelli di resistenza possono essere applicati con successo alle linee di tendenza.

Linea di trend rialzista

Esempio di un trend in salita

Una linea di trend rialzista, nota anche come uptrend, ha una pendenza positiva ed è formata collegando due o più punti di minimo. Il prezzo del secondo minimo deve essere superiore al primo e la linea deve avere, come detto, una pendenza positiva.

Le linee di trend rialzista operano come un livello di supporto e indicano che la domanda è in aumento anche se il prezzo sale. Un aumento del prezzo, combinato con il trend al rialzo, mostra una forte determinazione da parte degli acquirenti. Fino a quando i prezzi rimangono al di sopra della linea di tendenza, il trend rialzista è considerato molto solido. Una rottura al di sotto della linea di trend rialzista indica invece che la domanda per la coppia di valute considerata si è indebolita e che presto potrebbe esserci un cambiamento di tendenza.

Linea di tendenza ribassista

Esempio di grafico con trend al ribasso

Una linea di tendenza al ribasso, detta anche downtrend, ha una pendenza negativa ed è formata collegando due o più punti di massimo. Il secondo massimo deve essere inferiore rispetto al primo massimo. Queste trend line operano anche come dei livelli di resistenza e indicano che il prezzo della coppia di valute è il calo. Se la linea di trend è in calo e i prezzi si mantengono ai di sotto di essa, allora ci troviamo di fronte ad una forte determinazione dei venditori. Fino a quando i prezzi rimangono al di sotto della linea di tendenza ribassista, il down trend è molto forte e possiamo operare con tranquillità, mentre una rottura al di sopra della linea di tendenza indica che un cambiamento del trend potrebbe essere imminente.

Come controllare che la linea di tendenza sia valida

Ci vogliono due o più punti di prezzi per disegnare una valida linea di tendenza, anche se a volte può essere difficile trovare questi punti da cui partire. Le linee di tendenza sono un aspetto importante dell'analisi tecnica, è vero, e non sempre è possibile tracciare delle linee di tendenza su ogni grafico dei prezzi, dato che a volte punti di massimo o di minimo semplicemente non coincidono. Se ci troviamo in una situazione del genere, è meglio non forzare. La regola generale per formare una linea di trend è che ci vogliono due punti per tracciare la linea e un terzo punto per confermarne la validità.

Distanza dei punti

I prezzi che sono usati per disegnare la linea di tendenza non dovrebbero essere troppo distanti tra di loro, né troppo vicini. La distanza più adatta dipenderà dal periodo di tempo considerato, dal movimento del prezzo e anche da preferenze personali. Se i punti sono troppo vicini si potrebbe correre il rischio di avere una linea di tendenza troppo reattiva, che andrebbe a fornare troppi falsi segnali. Se invece i punti sono troppo distanti, allora il rapporto tra di essi potrebbe essere sospetti e forzato.

Pendenza della linea di tendenza

Se la pendenza della linea è forte, allora la validità del livello di supporto o del livello di resistenza diminuisce. Se una linea di tendenza ha un angolo troppo forte, ovvero si muove troppo velocemnte al rialzo o al ribasso, è improbabile che possa mai offrire un supporto o una resistenza significativi. Anche se la linea di tendenza è formata da tre punti apparentemente validi, operare sulla base della rottura di una linea di tendenza troppo inclinata non fa altro che aumentare il rischio.

Capire la pendenza ideale può essere un compito difficile. La quantità di dati visualizzati e la dimensione del grafico sono dati che possono influenzare l'angolo della linea stessa, considerando che i grafici corti e quelli larghi hanno meno probabilità di avere delle linee di tendenza eccessivamente ripide rispetto ai grafici lunghi e stretti. Quando si cerca di valutare la validità e la sostenibilità di una linea di tendenza sono considerazioni da tenere a mente.

Linee di tendenza interne

A volte sembra che vi sia la possibilità di tracciare una linea di tendenza, ma i punti esatti non sono ad una altezza precisa. Capita ad esempio se, unendo due punti di massimo o di minimo, le ombre di tali punti sforano la linea di tendenza stessa. Questa situazione capita in maniera particolare se c'è tanta volatilità sul mercato, cosa che porta i prezzi ad essere "over reattivi". Un metodo per affrontare queste reazioni è quello di tracciare delle linee di tendenza interne, ovvero linee di tendenza che ignorano i massimi e i minimi raggiunti dalle ombre e prendono i considerazione i prezi di apertura e di chiusura.

Linee di tendenza, la conclusione

Le trend line sono un ottimo metodo per prevedere l'andamento dei prezzi, ma se utilizzate in modo improprio possono produrre dei falsi segnali. La cosa migliore da fare è usare altri strumenti per convalidare le rotture dei livelli di prezzo.

Le linee di tendenza sono in ogni caso uno strumento molto popolare nell'analisi tecnica, soprattutto per stabilire, per analizzare e per confermare la direzione di un trend. In ogni caso bisogna ricordare che le trend line non dovrebbero essere lo strumento di giudizio finale che si usa, ma dovrebbero solo dare un'idea circa un possibile cambiamento di tendenza.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Le linee di Trend"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: