Forex Trading Italia
07 ottobre 2016

Malattia Hillary Clinton: che influenza sulle elezioni presidenziali?

A Hillary Clinton è stata diagnosticata una malattia, la polmonite. In che maniera questa novità potrebbe influenzare la corsa alla Casa Bianca della candidata?

Ieri, durante la cerimonia che ha ricordato i 15 anni dagli attentati alle torri gemelle, Hillary Clinton ha dovuto abbandonare la scena prima del previsto a causa di un mancamento. In serata, il dottore personale della candidata alle presidenziali USA 2016 ed ex first lady, ha fatto sapere che si tratta di una polmonite che è stata diagnosticata solo venerdì.

Questo fa tornare in auge il mistero circa il suo futuro in qualità di candidata alla Casa Bianca: si ritirerà o continuerà a correre? E, se decidesse di continuare, come prenderanno gli americani il fatto che uno dei due candidati non è in ottime condizioni di salute? Influirà sui voti che la Clinton potrebbe ottenere?

D'altra parte, già in passato (l'ultima volta ad agosto) Donald Trump aveva attaccato la Clinton proprio sul suo stato di salute, lui che, a 70 anni, ha potuto schierare in campo delle cartelle mediche praticamente perfette (la Clinton ne ha 69).

A Ground Zero, tra il caldo umido di New York e la disidratazione provocata dalla malattia che la Clinton sta combattendo, la candidata si è sentita male e ha dovuto anche annullare gli impegni che l'avrebbero portata in questi giorni in California, a raccogliere fondi per la sua campagna elettorale e ad apparire in uno show televisivo.

Hillary Clinton è malata?

Benché non sia una malattia grave, una polmonite è sempre molto fastidiosa e, se si hanno altre problematiche di salute, potrebbe diventare molto preoccupante.

C'è anche da dire che questa problematica di salute segue quella che aveva colpito la ex first lady poco prima di lasciare il suo incarico di Segretario di Stato ed iniziare la corsa alla Casa Bianca: un ematoma alla testa cui era stata operata a causa di una caduta.

E Donald Trump, invece?

Il magnate americano, come ha più volte ribadito lui stesso e come hanno detto anche i media americani, sta benissimo, scoppia di salute.

Questo potrebbe avvantaggiarlo nella corsa a diventare presidente americano, soprattutto perché, per tutta la campagna elettorale, non è mai stato lontanissimo dalla Clinton in termini di preferenze degli americani.

La polmonite influirà sulla corsa alle presidenziali?

In linea teorica (e pratica) potrebbe rappresentare una noia non da poco per la Clinton, non fosse altro perché questo problema si va ad aggiungere alle voci che già da tempo girano sullo stato di salute della candidata, moglie dell'ex presidente americano Bill Clinton.

Lei, che era già stata alla Casa Bianca in qualità di First Lady dal 1993 al 2001, dovrà essere chiara e limpida con l'opinione pubblica americana, che non ama i presidenti (e i candidati) che dicono bugie: prima Nixon, che fu costretto a dimettersi per lo scandalo Watergate, poi George Bush Senion, che rimase un solo mandato per non aver mantenuto fede alla promessa di non alzare le tasse, infine Bill Clinton, che si salvò di pochissimo dopo la scoperta del suo impeachment con Monica Lewinsky.

Insomma, negli USA gradiscono la verità e la trasparenza, dunque ora la Clinton si trova su un filo: dire tutta la verità e rischiare di non essere eletta perché ritenuta fisicamente debole per sopportare gli impegni e la mole di lavoro che essere presidente USA comporta, oppure non dirla ma rischiare la "furia" degli americani nel caso in cui dovesse venire fuori qualche cosa a suo carico?

La corsa alle presidenziali 2016 continua tra colpi di scena, saranno delle settimane "di fuoco" quelle che ci separano dal voto.

E il dollaro americano?

In tutto questo tran tran, anche il dollaro americano potrebbe vivere delle settimane volatili, sia sul rapporto di cambio con l'euro che su quello con la sterlina, cosa che potrebbe rappresentare un'interessante opportunità per chi cerca investimenti a breve termine (diciamo come lo scalping).

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Malattia Hillary Clinton: che influenza sulle elezioni presidenziali?"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: