Forex Trading Italia
11 giugno 2016

I 3 migliori indicatori Forex per principianti

Diamo un'occhiata ai 3 migliori indicatori Forex per principianti: Bande di Bollinger, MACD e RSI, scopriamo cosa sono e come si possono usare.

Fare Forex può essere una sorta di “avventura” per i principianti, ma questo non vuol dire che non si possano avere dei successi economici assolutamente soddisfacenti.

La previsione sull’andamento delle valute Forex può essere fatta in due modi: con l’analisi tecnica e con l’analisi fondamentale. La prima è lo studio degli indicatori applicati ai grafici e si prefigge di prevedere il movimento futuro delle valute basandosi su quello che è successo in passato, mentre la seconda si basa sullo studio delle news di mercato e si prefigge di prevedere il movimento valutario a seconda degli accadimenti economici (e non solo) che ci sono in un dato paese o in un’area economica.

Per i principianti la scelta tra analisi tecnica e fondamentale dovrebbe essere scontata e propendere per la prima, essendo essa più immediata e di facile comprensione (ed utilizzo) per chi è alle prime armi. L’analisi fondamentale comporta tutto uno studio di approccio al mercato (anche a livello psicologico) tale da essere difficile e non conveniente per il trader principiante.

I tre migliori indicatori Forex per i principianti

Detto questo, andiamo a vedere quali sono i tre migliori indicatori Forex per i meno esperti.

Bande-di-Bollinger-forex

Bande di Bollinger

E’ probabilmente l’indicatore per eccellenza, perché di facile intuizione ed utilizzo. Consta solo di tre curve di tendenza che si alzano o si abbassano, si allargano e si restringono.

In linea generale, l’andamento dei prezzi dovrebbe essere sempre compreso tra tali bande e quando ci sono quei momenti in cui il prezzo “sfora” una delle bande, siamo in una situazione di ipercomprato o di ipervenduto (rispettivamente se il prezzo "sfora" sopra la banda superiore o sotto quella inferiore).

Si tratta di uno strumento che, in maniera particolare se utilizzato in combinazione con MACD o RSI, si rivela di grande utilità e precisione. MACD-forex

MACD


Acronimo di Moving Average Convergence/Divergence, è uno degli indicatori Forex più usati nell’analisi tecnica.

Si basa sull’uso di tre differenti medie mobili esponenziali. Sullo schermo della propria piattaforma di Forex si vedranno solo due linee, ma questo non deve preoccupare, poiché la terza è semplicemente una differenza tra le due.

Di default la durata delle due medie mobili principali è 12 e 26 periodi precedenti, ma può essere cambiata nelle impostazioni di qusto indicatore.

Il momento in cui occorre agire è quello in cui le due medie mobili si incrociano tra di loro.

RSI-forex

RSI


Acronimo di Relative Strenght Index, si tratta di un altro indicatore utilizzato per trovare i momenti in cui una data coppia di valute si trova in ipercomprato o in ipervenduto.

A differenza del MACD, questo indicatore si basa su una sola linea, che assume un valore da 0 a 100.

In sostanza, dobbiamo attendere il momento in cui tale line si trova al di sotto di 30 o al di sopra di 70, dove nel primo caso siamo in una situazione di ipervenduto mentre nel secondo caso siamo in una fase di ipercomprato.

Come si possono usare questi tre indicatori?

formazione-marketsDalla piattaforma Metatrader 4 si possono applicare questi 4 indicatori al grafico forex che abbiamo di fronte e attendere che tutti e tre ci dicano la stessa cosa.

Se, ad esempio, le bande ci fanno vedere i prezzi “sforare” al di sotto, il MACD e l’RSI si trovano in ipervenduto, allora possiamo avere una ottima probabilità che il prezzo risalirà.

Se, al contrario, le bande ci fanno vedere i prezzi “sforare” al di sopra, mentre il MACD e l’RSI si trovano in ipercomprato, allora possiamo avere una ottima probabilità che il prezzo scenderà.

Qualora, infine, i tre indicatori ci danno delle indicazioni discordanti tra di loro, probabilmente è meglio attendere dei tempi migliori.
Un concetto fondamentale da tenere sempre a mente per non perdere denaro nel Forex, infatti, è quello che non è detto che bisogna sempre essere attivi e presenti sul mercato, poiché a volte la miglior strategia è aspettare.

Autore: Gino Topini

Giudizi e Recensioni su "I 3 migliori indicatori Forex per principianti" da parte dei nostri utenti:

Luigi:

Ciao e ottima spiegazione. Vorrei solo avere, se è possibile, un ordine di importanza tra i tre indicatori che citate :)

Lascia il tuo commento su "I 3 migliori indicatori Forex per principianti"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: