Forex Trading Italia

Moneyfarm Commissioni e Costi: quanto costa investire con Moneyfarm?

Quando costa investire con Moneyfarm? Che commissioni sono applicate per poter usufruire di questo servizio? Guida alle commissioni 2017.

Abbiamo già visto che Moneyfarm è uno degli investimenti sicuri più in voga al momento in Italia, sia per le opinioni positive che il servizio è stato in grado di "collezionare", sia per la diversità di servizi di investimento che propone. Una delle domande che più ci si fa, prima ancora di aprire un conto (che ricordiamo, è gratuito) con questo servizio è: quanto costa investire con Moneyfarm? Ci sono delle commissioni che bisogna pagare per fare l'investimento?

LEGGI ANCHE: Investimenti sicuri 2017 in Italia

Effettivamente, la domanda è giusta perché nella natura di investitore saggio bisogna considerare, oltre ai rendimenti potenziali, anche i costi, dato che le spese fanno ad influire sui rendimenti netti e capita spesso che, una volta detratte le spese, un investimento non sia più così vantaggioso.

Andiamo, dunque, a vedere quanto si prende Moneyfarm di commissioni.

Moneyfarm, le commissioni 2017

Moneyfarm propone un sistema di commissioni che varia sulla base del capitale investito, come segue:

  • fino a 3.000 € , 1,25% all'anno
  • da 3.001 € e fino a 200.000 € , 0,7% all'anno
  • oltre 200.001 € , 0,5% all'anno

Si tratta, come vediamo, di percentuali che diminuiscono mano a mano che si investe denaro. Giusto per fare un esempio: investendo 1.500 €, il costo in commissioni sarebbe di 2 € al mese, mentre investendone 50.000 , si pagherebbero 29 € al mese di spese.

Ci sono altri costi?

Oltre alla spesa di commissione, Moneyfarm non prevede altri costi, né per le transazioni né come costi accessori. Si tratta, dunque, di un servizio trasparente che mette nero su bianco quello che costa e le spese cui bisogna essere pronti ad andare incontro.

  • Nessun costo di apertura del conto, e anche il deposito del proprio denaro sul conto Moneyfarm è gratis;
  • Nessun costo di negoziazione, dato che le commissioni sono incluse all'interno dell’abbonamento Moneyfarm;
  • Nessun vincolo: si è liberi di prelevare denaro e di cancellarsi dal servizio in ogni momento e senza costi aggiuntivi.

Ci piace molto questa tabella comparativa dei costi:
Moneyfarm, quando costa? Commissioni Moneyfarm, quando costa? Commissioni

che mette in evidenza il confronto tra investire con Moneyfarm, scegliere il fai da te, oppure rivolgersi ad un promotore finanziario o ad un private banker.

Perché Moneyfarm costa così poco?

In realtà, la domanda da fare sarebbe "perché gli altri servizi costano così tanto". Non è necessariamente detto che investire debba essere un'operazione costosa, anzi, i migliori investimenti sono quelli che costano di meno perché permettono di guadagnare di più (a condizione che non siano eccessivamente rischiosi).

Moneyfarm applica delle commissioni eque per il servizio di consulenza e di investimento che effettua, nulla di più e nulla di meno. Da un punto di vista della fidelizzazione del cliente, inoltre, proporre delle commissioni decrescenti è una mossa vincente perché si è tentati di investire più denaro in maniera da pagare di meno.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Moneyfarm Commissioni e Costi: quanto costa investire con Moneyfarm?"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: