Forex Trading Italia
29 dicembre 2015

Olimpiadi di Rio 2016: gli Effetti Economici tra Crisi, Tagli e Aspettative

Manca poco alle olimpiadi di Rio 2016: quali saranno gli effetti economici che i giochi porteranno con sé sulla città di Rio e su tutto il paese brasiliano?

Le Olimpiadi sono un evento di rilevanza mondiale e, come tale, sono potenzialmente in grado di portare dei grandi benefici economici al paese ospitante. Le prossime olimpiadi estive, quelle del 2016, si terranno in Brasile, quattro anni dopo il successo di Londra.

Ora, se l'economia del Regno Unito è una di quelle che possiamo definire avanzata, e ha avuto i suoi benefici dall'organizzazione delle olimpiadi, il Brasile è un'economia emergente, di quelle sulle quali ci si basa per la crescita mondiale e la ripresa dopo la crisi. Nonostante questo si prevede un 2016 non positivo per le economie dei paesi emergenti, lo abbiamo già anticipato nel nostro testo dedicato alle azioni 2016.

Ma in che maniera si prevede che le olimpiadi 2016 saranno in grado di influenzare l'economia del paese sud Americano?

Rio 2016: come sarà influenzata l'economia del Brasile?

Secondo uno studio che è stato condotto dall'Università di San Paolo, commissionato dal Ministero dello Sport,le Olimpiadi porteranno benefici economici sia per la città ospitante (Rio de Janeiro) che per lo stato e per il Brasile intero.

Gli effetti che si avranno, prima, durante e dopo i giochi, dovrebbero portare ad un incremento della produzione, un miglioramento del settore dei servizi ed una crescita dei lavori e delle buste paga. In totale, lo studio stima un beneficio economico pari a 102 miliardi di Real Brasiliani.

Cambio Real Brasiliano / Dollaro Americano

Cambio Euro / Real Brasiliano

Entro il 2027, per ogni dollaro investito se ne genereranno 3,26. Un ritorno economico oltre che triplo che, per un'economia emergente importante come quella del Brasile, è fondamentale.

Dal 2016 in poi saranno creati 120.000 nuovi lavori ogni anno, grazie agli effetti che le Olimpiadi hanno anche negli successivi da un punto di vista economico.

In totale, saranno 55 i settori economici che beneficeranno di Rio 2016: quello delle costruzioni è il primo in assoluto, a seguire il settore della vendita e dell'affitto di case, poi i servizi alle imprese, petrolio e gas, settore delle informazioni, per chiudere con quello dei trasporti.

Lo stesso studio ha fatto sapere che aumenteranno anche le spese pubbliche, il che significa presumibilmente un miglioramento delle condizioni di vita dei brasiliani.

Fonte: rio2016.com

Il lato economico negativo delle olimpiadi 2016

Come in tutte le cose, anche le olimpiadi di Rio De Janeiro hanno il loro lato negativo, quanto meno da un punto di vista economico e monetario.

Secondo IBTimes, infatti, quando venne annunciata l'assegnazione delle olimpiadi 2016 a Rio (era il 2 ottobre 2009) un boato di felicità scosse il paese. Erano altri tempi però: il Brasile era in forte crescita economica. Si parlava di "Brazil Mania" (Mania brasiliana) e l'economia del paese era al primo posto tra quelle del BRIC (acronimo per indicare quattro nazioni: Brasile, Russia, India, Cina).

Oggi le cose sono notevolmente diverse, complice anche e soprattutto la crisi economica mondiale che si è scatenata dopo il fallimento di Lehman Brothers.

Dal terzo trimestre 2014 il Brasile è in recessione, lo è stato per tutto il 2015 e oggi è in ginocchio da un punto di vista economico, il che potrebbe rendere più difficile organizzare le olimpiadi in maniera ottimale anche da un punto di vista della sicurezza.

Il Comitato Olimpico ha fatto sapere di voler tagliare il budget di almeno il 10% per rimanere entro una spesa massima di 7,4 miliardi di Real (circa 1,9 miliardi di dollari): un importo in grado di assicurare comunque un grande show (secondo i brasiliani, ovviamente).

Su Yahoo Sport abbiamo letto che il budget sarà tagliato eliminando i lavori inutili, come l'aggiunta di un secondo piano al Maracanã. Si prevede anche un taglio del prezzo dei biglietti, in considerazione del fatto che il paese vuole venderli tutti e che, ad oggi, circa metà del totale è ancora sul mercato.

L'obiettivo degli organizzatori di Rio 2016 è quello di essere efficienti, seri, senza sprechi.

Il paese purtroppo non vede ancora la fine del tunnel della "crisi economica" e questo rende difficile raggiungere il duplice obiettivo di contenere i costi ed offrire al mondo uno spettacolo unico e divertente, esattamente come ci si aspetterebbe dal paese della samba.

Guardiamo la storia: Atene 2004 e Beijing 2008

Preparare delle olimpiadi in periodi di crisi economica ha portato in passato ad un incremento notevole dei costi dell'ultimo minuto: è successo in Grecia nel 2004 e in Cina quattro anni dopo.

Ad Atene dove sono nate le olimpiadi, i giochi non hanno aiutato affatto l'economia del paese e, anzi, c'è chi crede che siano state uno dei motivi scatenanti dell'attuale crisi del paese.

Anche Beijing ha ospitato i giochi olimpici durante una crisi economica, anche se poi il paese asiatico ha conosciuto una crescita annua a due cifre.

In Brasile si prevede una forte accelerazione dei preparativi mano a mano che ci si avvicinerà alla data ufficiale di inizio (5 agosto 2016) e questo potrebbe portare, come detto prima, ad un incremento notevole dei costi dei preparativi e dei lavori.

Gli effetti economici delle olimpiadi dovrebbero essere, secondo gli esperti, a metà strada tra quelli negativi di Atene e quelli più positivi di Beijing.

 

Economia Brasile 2016: prevista una contrazione

Al momento quella del Brasile è la settima economia del mondo e dovrebbe affrontare una recessione anche per il 2016: essa dovrebbe seguire quella del 2015 (si attende una diminuzione del 2,7%) e quella registrata nel terzo e nel quarto trimestre 2014.

Problema inflazione. Il paese sud Americano dovrebbe riscontrare un incremento dell'inflazione pari al 9,5%, un valore davvero enorme considerando che l'obiettivo comunemente stabilito è del 2%.

La disoccupazione. Sale anche il numero delle persone senza lavoro in Brasile: al 4,3% nel dicembre 2015, tale valore è salito al 8,6% a luglio. In teoria le Olimpiadi 2016 dovrebbero riuscire ad abbattere tale percentuale.

Discrete le aspettative per le Olimpiadi per il 2016

Non è dato sapere quanto, ma si stima che una percentuale compresa tra il 20 e il 25 per cento del totale dei fondi che finanzieranno i giochi di Rio 2016, sono privati, una quota che potrebbe fare la differenza.

Tra crisi economica e aspettative positive, si rischia che i giochi di Rio 2016 potranno creare diversi problemi economici al paese, che non avranno gli effetti economici positivi così come previsti dagli organizzatori e che le olimpiadi saranno un evento riservato esclusivamente ai brasiliani più ricchi.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Olimpiadi di Rio 2016: gli Effetti Economici tra Crisi, Tagli e Aspettative"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: