Forex Trading Italia
01 giugno 2016

Previsioni Forex di inizio Settimana: il Dollaro USD inizia con il freno tirato

Il dollaro americano USD inizia la settimana con il freno tirato, in maniera particolare contro le valute "commodities", ovvero AUD e NZD. Si attende il discorso di Draghi di fronte al Parlamento Europeo e l'incontro tra Tsipras e Merkel.

Il dollaro ha iniziato la settimana con i primi scambi in Asia sulla difensiva dopo un paio di giorni volatili sulla scia dei commenti dovish da parte del chairman della Federal Reserve, che gettano dubbi su un possibile aumento dei tassi di interesse a giugno e creano delle posizioni rialziste sul biglietto verde.

L'indice del dollaro è sceso dello 0,1 per cento a 97,761 oggi, rimanendo ben lontano dal picco di 12 anni a 100,390, toccato il 13 marzo. L'indice si sta avvicinando al valore di 96,628 colpito la scorsa settimana, quando gli investitori hanno venduto dollari per scontare il ritmo più lento degli aumenti dei tassi statunitensi. Guarda i grafici in tempo reale del dollaro.

L’ultimo commento della Yellen sta pesando sul dollaro, molti operatori di mercato vedono che la Fed ha espresso alcune perplessità sul recente apprezzamento del dollaro. Proprio sulla valuta, il presidente della Fed ha detto in una conferenza stampa dopo la dichiarazione di mercoledì che la Fed “ha osservato che la crescita delle esportazioni si è indebolita, probabilmente il dollaro forte è una ragione di questo.”

Il biglietto verde si è attestato a ¥ 119,820 dopo una caduta venerdì da 121,205. L'euro è salito a 1,0833 dollari, arrivando al valore di 1,0457 dollari toccato la scorsa settimana. Il nostro analista tecnico mette in evidenza una serie di inversioni ribassiste settimanali chiave per USD contro EUR, GBP e CAD, suggerendo che USD inizierà questa settimana con il freno tirato. In ogni caso la correzione dovrebbe essere l'occasione per ristabilire un USD long entro qualche settimana.

Con il dollaro statunitense più debole, le valute delle materie prime sono migliori. Il dollaro australiano è scambiato vicino a 78 centesimi di dollaro, lontano dal valore di 0,7561 toccato l’11 marzo.

La valuta della Nuova Zelanda si trova a 76 centesimi di dollaro dopo aver rimbalzato da un recente minimo a 0,7177 dollari. I commercianti si aspettano dei grossi movimenti in Asia in seguito ad una carenza di dati economici chiave.

Oggi più tardi, il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi affronterà la commissione del Parlamento europeo, con la Grecia e l'avanzamento del programma di quantitative easing della BCE che sono in cima all'agenda.

Di fuoco sarà anche la prima visita ufficiale del primo ministro greco Alexis Tsipras a Berlino, dove incontrerà il cancelliere Angela Merkel. In un vertice dell’Unione europea venerdì, la Merkel ha detto che la Grecia avrebbe ricevuto nuovi fondi per alleviare una crisi di liquidità ma solo una volta che i creditori avranno approvato l’elenco di riforme promesso ma che finora non è riuscito a produrre.

Con i funzionari di Bruxelles, Berlino e la BCE che ora apertamente stanno riconoscendo il rischio che la Grecia possa lasciare la zona euro, questo incontro sarà strettamente guardato per cercare dei segni di svolta.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Previsioni Forex di inizio Settimana: il Dollaro USD inizia con il freno tirato"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: