Forex Trading Italia
23 dicembre 2014

Prezzi dell'oro nel 2015: il metallo giallo potrà ritrovare il suo lustro?

Quali sono le previsioni che possiamo vedere per i prezzi dell'oro nel corso del 2015? In che maniera in metallo giallo si muoverà? Vediamo le motivazioni dietro l'una o l'altra ipotesi.

L'oro non è essenzialmente andato da nessuna parte nel corso del 2014, dato che i prezzi del metallo giallo si sono mossi appena nonostante l'abbondanza di notizie geopolitiche e la crisi economica globale per gli investitori che cercano delle soluzioni sicure per non perdere il proprio denaro anche per il 2015. Dato che l'oro non è stato in grado di tornare in pista dopo che il trend in salita si è concluso due anni fa, un numero crescente di investitori ha messo in dubbio che il mercato del metallo giallo possa avere un rendimento migliore nel corso del 2015. Diamo un'occhiata ad alcune delle problematiche che l'oro ha affrontato ultimamente e come esse potranno influenzano il valore di quello metallo prezioso nel 2015 e più in là ancora.

Quali sono le prospettive per il prezzo dell'oro nel 2015?

Le sfide che il mercato dell'oro ha affrontato nel 2014 e che hanno contribuito al calo del suo valore potrebbero probabilmente a svolgere ancora un ruolo importante nel frenarne i prezzi anche nel 2015. Fino ad ora in questo anno la Federal Reserve ha svolto un ruolo chiave nella definizione dei prezzi del metallo giallo, con la decisione della banca centrale di terminare il suo programma di allentamento quantitativo che ha messo in evidenza la possibilità di vedere i primii aumenti dei tassi di interesse già a partire dal prossimo anno.

Le decisioni della Fed hanno colpito il mercato dell'oro in diversi modi. In primo luogo, avere dei tassi più elevati significa che gli investitori in oro devono pagare di più per finanziare i propri acquisti. Inoltre, degli alti tassi negli Stati Uniti tendono a rafforzare il valore del dollaro rispetto alle valute estere e, come sappiamo bene, la forza del dollaro fa male in genere ai prezzi del metallo giallo. Combinare questi fattori e si capisce come la maggior parte degli analisti ritiene che in particolare la prima metà del 2015 sarà ancora molto debole per l'oro.

Il prezzo dell'oro nel 2015 è ancora un aperto dibattito tra gli investitori

Dove l'oro andrà nel prossimo anno è fonte di notevole dibattito. Alcuni economisti ritengono che se l'economia statunitense dovesse continuare a migliorare (come si spera che farà) e ci saranno dei tassi di disoccupazione in calo e una crescita del PIL sempre maggiore, la Fed probabilmente inizierà a portare i tassi di interesse a breve termine a livelli più normali prima piuttosto che dopo. La metà del 2015 è una previsione comune di quando la Fed potrebbe iniziare ad alzare i tassi, ma nessuno vieta che possa decidere di farlo anche prima.

La grande domanda è se le pressioni inflazionistiche inizieranno a salire. Il recente crollo dei prezzi del petrolio ha portato molti economisti a ridurre le stime legate al tasso di inflazione nel 2015, in quanto i costi energetici si fanno strada nei prezzi della maggior parte dei beni di consumo. Se l'inflazione rimane bassa, anche se la disoccupazione scende ulteriormente, l'oro potrebbe risentirne notevolmente.

Ecco i fattori che potrebbero invece far salire il prezzo dell'oro

Ci sono, al contrario, alcuni fattori che potrebbero sostenere il prezzo dell'oro nel 2015. In India, paese che tradizionalmente ha avuto un grande appetito per l'oro, l'allentamento delle restrizioni all'importazione potrebbe aggiungere domanda fisica al mercato dell'oro mondiale. L'elezione di un leader pro-business nel paese asiatico ha portato a dei maggiori guadagni nella borsa e questo effetto ricchezza potrebbe stimolare l'acquisto di più oro tra gli investitori indiani. Inoltre, se dovesse esserci una vera e propria crisi valutaria ben oltre i confini della Russia, la mossa riflessiva verso l'oro potrebbe finalmente mettere un pavimento sotto il prezzo del lingotto e farlo salire.

Attenzione ai titoli minerari

I titoli minerari hanno un ruolo fondamentale nel determinare i prezzi dell'oro anche perché le decisioni di tali aziende possono essere in grado di determinare la quantità di fornitura che ci sarà sul mercato. Da un lato, un calo dei prezzi dell'energia potrebbe aiutare i cercatori d'oro a ridurre i costi, cosa che potrebbe stimolare ulteriormente la produzione mineraria anche con prezzi dell'oro a livelli relativamente deboli. Allo stesso tempo, però, il calo dell'oro potrebbe rallentare l'attività delle aziende impegnate nel settore, che potrebbero pensarci due volte prima di espandere i propri budget di spesa di capitale, in particolare se consideriamo che ci sono alcuni aspetti (quelli che abbiamo visto prima) che potrebbero far scendere i prezzi dell'oro nel 2015 ancora più in basso di quanto non siano oggi.

Il prezzo dell'oro potrebbe tuttavia non salire nel 2015

Concludiamo dicendo che, secondo noi, il prezzo dell'oro potrebbe non salire nel corso del 2015. Fino al successivo evento imprevedibile, però, sembra che molte delle condizioni che hanno contribuito a mantenere i prezzi dell'oro sotto controllo quest'anno non sono suscettibili di trovare una conclusione nel 2015. Di conseguenza, gli investitori in oro dovrebbero prepararsi alla possibilità sostanziale che il prezzo dell'oro nel 2015 non si riprenderà e non andrà molto lontano.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Prezzi dell'oro nel 2015: il metallo giallo potrà ritrovare il suo lustro?"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: