Forex Trading Italia
23 maggio 2016

Prezzi del Petrolio nel 2015, come si muoveranno?

3 ipotesi da parte di 3 istituzioni finanziarie per capire in che maniera i prezzi del petrolio potrebbero muoversi nel corso del 2015.

Quando si è alla ricerca di buoni investimenti da fare nel nuovo anno, una delle prime idee che viene in mente è ovviamente il petrolio. Dopo il grande calo dei prezzi per il 2014, in che maniera il greggio si muoverà nel 2o15?

Ipotesi #1: 66 dollari al barile

Secondo il sito inglese www.pressandjournal.co.uk, il prezzo del petrolio dovrebbe "riprendersi" dai minimi toccati nel 2014, anche se l'attività nel Mare del Nord continuerà a diminuire secondo gli esperti di politica energetica. CEBR Energy ha detto che il recente calo dei prezzi del petrolio è dovuto anche alla decisione dell'Opec di mantenere la produzione a fronte delle crescenti forniture di scisto.

Durante la vigilia di Capodanno, i prezzi del petrolio sono scesi sotto la quota di 56 dollari al barile per raggiungere il livello più basso dal maggio 2009. Howard Archer, capo economista presso IHS Global Insight, ha previsto che il prezzo del petrolio dovrebbe essere, in media, pari a 66 dollari al barile nel corso del 2015. CEBR ha avvertito che l'eventuale recupero sarebbe "limitato", a meno che i sauditi, il principale partner dell'Opec, non deciderà di tagliare la produzione.

Ipotesi #2: 80 dollari al barile

La seconda ipotesi è quella che ci viene proposta dall'Arabia Saudita e che pone il valore del greggio a 80 dollari al barile per il 2015. I ricavi delle vendite di petrolio costituiscono una parte importante dei bilanci dei paesi produttori di petrolio. Secondo un rapporto di Bloomberg suggerito da un ex consigliere del governo dell'Arabia Saudita, la nazione del Golfo si aspetta che i prezzi del petrolio possano essere attorno a 80 dollari al barile per il 2015.

L'Arabia Saudita ha fissato un obiettivo di spesa di 860 miliardi di riyal contro un target di fatturato di 715 miliardi di riyal. Secondo un comunicato stampa, il governo stima il fatturato totale per l'anno 2014 in circa 1.046 miliardi di riyal, mentre la spesa pubblica complessiva dell'anno appena finito era di 1.100 miliardi di riyal.

Altri paesi del Golfo devono ridimensionare le loro aspettative quando si tratta di ricavi dalle vendite di petrolio. L'Iraq starebbe assumendo che il prezzo del petrolio possa muoversi intorno ad un valore di 60 dollari al barile.

Non tutti i paesi sono influenzati negativamente dal calo del prezzo del petrolio. I paesi che importano il prodotto dovrebbero beneficiare di bassi prezzi e addirittura la Germania considera che tali bassi prezzi possano influenzare la crescita dell'economia tedesca per un ulteriore 0,2-0,3 per cento. La relazione si basa su una nota interna del ministero dell'economia da parte del ministero delle finanze tedesco e su un prezzo di circa 80 dollari al barile che verrà colpito solo nel 2018.

Ipotesi #3: 95 dollari al barile

La banca inglese HSBC ha invece detto ai suoi investitori di prepararsi ad un prezzo di 95 dollari al barile entro la fine del 2015. La banca ha tagliato le sue previsioni del Brent per il prossimo anno di 5 dollari, ma ha aggiunto che non è convinta della persistente debolezza per tutto il 2015: la pressione sui prezzi a breve termine dovrebbe permettere di avere un aumento dei prezzi nel lungo periodo.

La previsione si trova in contrasto con tutta una serie di altre previsioni di mercato, compresa quello dell'Agenzia internazionale per l'energia, che ha invece detto che i prezzi potrebbero scendere ulteriormente nel 2015 dopo il calo ai livelli più bassi dal 2010 sotto gli 80 dollari al barile.

La HSBC ha detto che permangono rischi significativi che potrebbero causare la salita o la discesa del prezzo del petrolio, indicando le decisioni dell'OPEC come fondamentali. Senza un taglio della produzione da parte dell'OPEC, il mercato è destinato a rimanere materialmente in eccesso di offerta anche nel 2015, potenzialmente per un totale di oltre 1 milione di barili al giorno.

Quale sarà il reale prezzo del petrolio nel 2015?

Tre previsioni diverse che vedono i prezzi del petrolio nel 2015 aggirarsi attorno a 66, 80 o 95 dollari al barile. Tutti e tre vedono una salita rispetto ai prezzi attuali (cosa che riteniamo anche noi decisamente "scontatata") e sempre tutti e tre limitano il prezzo al di sotto di 100 dollari al barile, un valore di resistenza che potrebbe effettivamente essere decisamente importante e difficile da rompere.

Ovviamente, molto dipende dall'Arabia Saudita e dalle decisioni dell'OPEC in merito alla produzione, perché se l'ente decidesse di tagliare la produzione potremmo vedere i prezzi del greggio schizzare verso l'alto.

Fino ad allora (se mai la decisione arriverà) limitiamoci ad investire prevalentemente long.

Come investire nel petrolio?

La scelta del giusto broker è fondamentale, come anche nel forex. La nostra lista di migliori broker forex italiani è la prima risorsa da consultare per scegliere il proprio partner commerciale.

Infine ti chiediamo: quale dei tre prezzi, secondo te, sarà quello giusto?

Aggiornamento 2016

Per chi vuole rimanere aggiornato sui prezzi del greggio negli ultimi mesi, invitiamo a leggere la nostra pagina dei prezzi del petrolio 2016.

Autore: Gino Topini

Giudizi e Recensioni su "Prezzi del Petrolio nel 2015, come si muoveranno?" da parte dei nostri utenti:

Michela:

La crisi sicuramente non aiuterà il petrolio in una risalita a breve a meno che i produttori decidano di ridurre l'offerta... staremo a vedere. Complimenti bel articolo!

Lascia il tuo commento su "Prezzi del Petrolio nel 2015, come si muoveranno?"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: