Forex Trading Italia
22 ottobre 2015

Quando Fibonacci Sbaglia

A volte capita che anche lo strumento di Fibonacci, per quanto eccellente, possa sbagliare. Come comportarsi in questo caso? Come reagire? Come non farsi coinvolgere nell'errore?

Usare gli strumenti di Fibonacci è molto utile per fare forex, non c'è ombra di dubbio. Dalle linee di Fibonacci fino alle fan line, il tutto facilitato dall'uso del calcolatore, sono tanti i modi con i quali questo metodo di trading risulta utile per guadagnare denaro.

Fibonacci non è infallibile, però. Non esiste che, solo perché "lo ha detto Fibonacci", i prezzi si comportano necessariamente in quel modo.

Sono tantissime le influenze esterne che i prezzi di una determinata coppia di valute ricevono, inclusi quelli di tipo "fondamentale" e che derivano dalle news di mercato, ad esempio.

Quando un trader alle prime armi si trova ad usare Fibonacci per le prime volte, crede ciecamente nel metodo e apre posizioni prima ancora di verificare se ciò che Fibonacci suggerisce corrisponde al vero.

Se poi accade che così non è, egli perde soldi e perde la fiducia nel metodo.

E' un gran peccato, perché in realtà il metodo di Fibonacci funziona molto bene nella maggior parte dei casi.

Dove sta l'errore, allora?

Il punto fondamentale dove spesso si sbaglia è l'approccio che si ha con Fibonacci stesso.

Si crede che le linee di Fibonacci siano "oro colato", che i livelli di prezzo segnalati in corrispondenza dei ritracciamenti (31,8%, 50% e 61,8% , ad esempio) siano quelli in cui il prezzo DEVE invertire.

In realtà, sono quelli in cui il prezzo POTREBBE invertire.

Tra "deve" e "potrebbe" c'è una grande differenza e spesso è proprio l'errore di concetto che porta il trader a sbagliare, non Fibonacci in sé.

Come tutti gli altri strumenti Forex che il trader si trova ad usare, anche Fibonacci non è perfetto e non dà indicazioni certe, altrimenti sarebbe troppo facile e tutti guadagnerebbero con il forex.

Quelli indicati da Fibonacci sono dei "possibili" punti di tensione che bisogna tenere d'occhio perché il prezzo "potrebbe" trovare dei forti supporti e resistenze.

Nonostante che questo sia tanto, delle volte è niente, nel senso che bisogna sempre guardare il trend e il movimento del prezzo con occhio "critico", cercando di trovare una risposta a quello che si vede sul grafico e non affidandosi ciecamente ad un indicatore, per quanto preciso esso voglia essere.

L'errore che si fa, dunque, sta nel credere che le linee di Fibonacci possano prevedere il futuro, cosa che ovviamente non è possibile.

Come evitare che Fibonacci sbagli, allora?

Non c'è una risposta a questa domanda, in quando Fibonacci continuerà a sbagliare in futuro.

Tutto dipende dall'abilità del trader nel capire quando le indicazioni di Fibonacci sono reali e quando non lo sono.

Per poter fare questo ci sono a disposizione tutta una serie di indicatori grafici che sono realmente in grado di fare la differenza: dalle bande di Bollinger al MACD, dal RSI allo Stocastico, senza dimenticare ovviamente le medie mobili, strumento semplice ma assolutamente efficace.

E ricordate anche di tenere d'occhio le notizie che arrivano dai mercati, ovvero il calendario economico, perché potrebbero delle informazioni in grado di "scuotere" i mercati.

Solo se siete pronti ad accettare che Fibonacci non è perfetto, potrete usare lo strumento nella maniera migliore e più efficace possibile.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Quando Fibonacci Sbaglia"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: