Forex Trading Italia

Quotazione borsa Wall Street: l'occupazione porta il Dow Jones ai massimi

Il Dow Jones arriva quasi a 20.000 punti. Rialzo anche per il Nasdaq. I dati dell'occupazione spingono al rialzo gli indici della borsa americana.

Il valore della borsa di Wall Street è salito ad un nuovo livello record durante la giornata di ieri, venerdì 6 gennaio, grazie a nuovi dati che mettono in mostra come la situazione del lavoro negli Stati Uniti sia sempre migliore: il Dow Jones ha guadagnato lo 0,32% sfiorando per un pelo i 20.000 punti, il Nasdaq lo 0,60%.

Secondo i risultati finali, l'indice Dow Jones Industrial Average ha guadagnato 64,51 punti , arrivando dunque a 19,963.80 punti, mentre il Nasdaq, indice dominato dalle aziende del ramo tecnologico, ha portato a casa 33,12 punti , arrivando ad un totale di 5521,06 punti.

Positivi i dati sull'occupazione USA

Come anticipato, la spinta ai due indici è stata data dai dati sull'occupazione USA, cui il mercato azionario ha risposto bene, così come il dollaro.

Pubblicate venerdì, le cifre hanno messo in evidenza un numero di assunzioni minore del previsto e un aumento del tasso di disoccupazione per il mese di dicembre, ma dopo l'apertura poco brillante, Wall Street sembra essersi rapidamente concentrata sugli aspetti più positivi: nel suo insieme il rapporto sull'occupazione è stato incoraggiante e mette in evidenza come la situazione economica in generale sia sempre più positiva negli USA.

Di questo, dovrebbe beneficiarne anche il dollaro americano (benché ci stiamo avvicinando al 20 gennaio, giorno in cui Donald Trump diventerà ufficialmente presidente americano. A partire da quel momento, i mercati potrebbero rimanere cauti per attendere le decisioni governative del magnate).

Mentre la creazione di posti di lavoro ha deluso nel mese di dicembre, i salari sono aumentati in modo significativo e, alla fine, l'impressione è che sia più forte l'aspetto positivo dei dati rispetto a quello negativo.

Per molti analisti, le cifre dovrebbero indurre la Federal Reserve (Fed) a continuare la sua corsa al rialzo dei tassi di interesse, partito già lo scorso mese di dicembre. Rimangono ferme, ad oggi, le previsioni secondo le quali vedremo tre o quattro rialzi dei tassi USA entro la fine del 2017.

A questo punto, alcuni investitori iniziano a temere il contrario: un dollaro troppo forte che potrebbe finire per danneggiare gli esportatori e le multinazionali.

Mercato obbligazionario USA

Anche il mercato obbligazionario USA si è mosso: il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è salito a 2.419% contro il 2.351% di giovedì sera, mentre i bond a 30 anni sono saliti al 3.004% di rendimento, contro il 2.945% fatto segnare in precedenza.

Scritto da Gino Topini. Appassionato di investimenti, trading e criptovalute, sono stato relatore presso il China Forex Expo 2017 e protagonista di un podcast sul sito canadese Desire To Trade.

Lascia il tuo commento su "Quotazione borsa Wall Street: l'occupazione porta il Dow Jones ai massimi"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: