Forex Trading Italia
16 novembre 2012

Recessione della Zona Euro, eccola ancora una volta

La zona euro entra di nuovo in recessione a causa di un calo del PIL dello 0,2% nel terzo trimestre 2012.

I 17 paesi della zona euro sono caduti ancora una volta in recessione, per la prima volta dopo tre anni (ovvero dopo quella del 2009), a causa della crisi finanziaria della regione che si accentuata, da Amsterdam ad Atene. Sembra che le cause principali siano le forti austerità e l'elevata disoccupazione, problemi che rendono la crisi del debito più forte e più difficile da gestire. I dati ufficiali hanno mostrato che il PIL del terzo trimestre della zona euro è sceso dello 0,1 per cento. Questa diminuzione, registrata da Eurostat, l'ufficio statistiche dell'Unione europea, è in linea con le aspettative del mercato e fa seguito al calo dello 0,2 per cento registrato nel secondo trimestre 2012.

Secondo le previsioni, l'economia della zona euro continuerà il suo declino anche nel 4° trimestre e probabilmente ancora nel 2013. A causa della estenuante crisi del debito, la zona euro è stata al centro di forti preoccupazioni da tutta l'economia mondiale, dato che un calo delle domande che arrivano dall'Europa porta anche ad un calo degli ordini verso altri paesi mondiali. Mentre gli Stati Uniti sono riusciti a riprendersi dalla recessione proprio nel 2008 / 2009, anche se in modo incoerente, e la Cina continua a registrare una forte crescita, le economie europee sono in una spirale verso il basso e ci sono pochi segnali di miglioramento a breve termine.

L'eurozona ha, fino ad oggi, evitato di tornare alla recessione dopo la crisi finanziaria scatanata da Lehman Brothers, soprattutto grazie alla forza della sua economia più grande, la Germania. Ma oggi anche questo paese sta lottando a causa di un calo delle esportazioni. L'economia tedesca è cresciuta dello 0,2 per cento nel terzo trimestre, in calo dalla crescita dello 0,3 per cento nel secondo trimestre, e, secondo il cancelliere tedesco Frau Angela Merkel, bisogna "tornare in piedi rapidamente. Vediamo che la crescita economica sta rallentando e che nel complesso noi (la Germania) siamo una piccola goccia nella zona euro, ma sono molto ottimista sul fatto che se facciamo il nostro dovere politico, ci sarà di nuovo una crescita dopo questo lieve calo".

Forse il calo più drammatico tra i paesi membri della zona euro è stato quello dell'Olanda, che ha imposto delle dure misure di austerità e che ha visto la sua economia ridursi dell'1,1 per cento. Altri cinque paesi della zona euro sono in recessione: Grecia, Spagna, Italia, Portogallo e Cipro, paesi che sono anche al centro della crisi del debito in Europa.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Recessione della Zona Euro, eccola ancora una volta "

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: