Forex Trading Italia
06 marzo 2012

Spagna, la prossima Grecia?

La Spagna potrebbe essere la prossima Grecia? Il paese spagnolo potrebbe entrare in forte crisi?

Questi sono giorni pericolosi per la Spagna. Il paese si sta dirigendo verso la recessione. L'economia si contrarrà dell'1,7% nel 2012. Il tasso di disoccupazione, il più alto in Europa, si sta dirigendo verso il 24%. Oltre il 50% dei giovani non trovano lavoro. Solo la settimana scorsa il governo di Madrid ha confermato che il suo deficit di bilancio per il 2011 sarebbe stato l'8,5% della produzione nazionale, oltre l'obiettivo del 6%.

Spagna, la nuova Grecia?

Il peggio deve ancora venire. Il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, ha detto che l'obiettivo per il taglio del bilancio nel 2012 potrà essere dimenticato. Il disavanzo sarebbe pari al 5,8% del PIL, piuttosto che al 4,4%.

Proprio oggi la Commissione europea ha detto che c'erano delle gravi lacune nei dati per il 2011. Vale la pena ricordare che fu l'ammissione greca, nel 2009, circa il fatto che dei loro conti non ci si poteva fidare, a scatenare la crisi del debito dell'Eurozona.

Il governo di Madrid dà la colpa al precedente governo socialista, ma fatica a tenere a freno anche i governi regionali, che hanno accumulato debiti consistenti. C'è bisogno di fare piena luce su quello che è successo in Spagna nel 2011, lo ha detto Olli Rehn.

Nonostante il nuovo patto per far rispettare la disciplina di bilancio, il governo spagnolo ha deciso da solo che non avrebbe raggiunto  gli obiettivi di quest'anno. Il governo spagnolo ritiene che, come la Grecia, potrebbe trovarsi intrappolato in una spirale di declino.

Ma come si parla di austerità e di recessione, si profila anche per altri paesi il dubbio se possano soddisfare gli obiettivi di disavanzo fissati da Bruxelles. L'atmosfera a Bruxelles è ancora dura. In UE sono consapevoli che se avviano dei negoziati con Madrid, si metteranno in discussione ciò che tutti i vertici e i nuovi regolamenti hanno deciso.

Alcuni funzionari ritengono che la credibilità dell'UE è quasi ferma e si potrebbe anche fare qualche strappo alla regola, ma sospendere le sovvenzioni comunitarie per aiutare la Spagna è una cosa difficile da spiegare.

L'aspettativa, comunque, deve essere forte, dato che la Spagna è un paese troppo importante per entrare in crisi come la Grecia.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Spagna, la prossima Grecia?"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: