Forex Trading Italia
02 dicembre 2016

Sterlina Inglese 2017: le Previsioni

Sterlina 2016: le previsioni per i movimenti della divisa inglese nel corso del prossimo anno.

Parità euro sterlina entro 18 mesi

Secondo le ultime novità di agosto 2016, sembra che alcuni stiano prevedendo la possibile parità del rapporto di cambio tra euro e sterlina entro 18 mesi. Qualora fosse così ci saranno delle conseguenze non da poco per l'economia britannica, che potrebbe beneficiarne, e per quella europea, che invece potrebbe risentirne qualora le imprese inglesi acquistassero di meno proprio dall'UE.

Nel frattempo, il cambio euro sterlina è in forte salita, l'euro, benché debole, continua a guadagnare terreno verso la sterlina inglese e potrebbe rappresentare un'opportunità di investimento per chi vuole guadagnare denaro con il Forex.

Aggiornamento dopo il Referendum 2016 sul Brexit

Nella notte tra 23 e 24 giugno sono arrivati i risultati del referendum inglese sul Brexit. Il 52% dei britannici ha votato "leave", il che significa che vogliono l'abbandono dell'UE. Le conseguenze per la sterlina si sono già fatte sentire, essendo crollata ai minimi dal 1985 contro il dollaro e avendo perso terreno anche contro l'euro.

Nel rapporto di cambio EUR/GBP, ci troviamo di fronte ad una situazione un po' particolare in quanto entrambe le valute sono molto influenzate da questa scelta, mentre per quanto riguarda il rapporto GBP/USD, il calo sembra una cosa inevitabile.

Anche la borsa inglese ha aperto al ribasso nella mattina del 24 giugno.

La chiusura della giornata di ieri aveva visto i mercati dare quasi per scontato un "remain", benché di poco, per questo motivo i risultati effettivi della votazione hanno sconvolto un po' tutti, e si vede.

sterlina-dollaro-dopo-brexit

Previsioni sterlina inglese 2017

Per la sterlina inglese si prevede un 2017 alquanto complesso. La valuta britannica, infatti, potrebbe scendere nei confronti del dollaro americano. Addirittura, si parla di "british pound crash".

Le banche centrali da entrambi i lati dell'Atlantico stanno considerando di alzare i tassi di interesse per l'anno che verrà e considerando i recenti dati economici del Regno Unito e le parole del governatore della BoE Mark Carney, le previsioni di un calo del pound nel 2017 ci stanno tutte.

Proprio Carney aveva infatti convinto i mercati, nei mesi scorsi, che avrebbe rivisto al rialzo i tassi di interesse britannici entro la fine dell'anno, cosa che non ha ancora fatto e che, oramai, è destinata ad essere rimandata al 2017.

Questo potrebbe avere una certa influenza negativa sul pound.

La sterlina scenderà contro tutte le altre valute?

E' ancora presto per poterlo dire, quel che si presuppone è che ci sarà con ogni probabilità un calo contro il dollaro americano, forse non contro l'euro in considerazione del fatto che la zona euro sta avendo i suoi bei problemi economici.

C'è da considerare che il momento che stiamo vivendo è difficile per un rialzo dei tassi, e nella politica monetaria la tempistica è tutto.

Ad esempio, la Federal Reserve aveva preannunciato un rialzo dei tassi entro questo mese (dicembre 2015) e gli investitori si sono comportati di conseguenza. Le previsioni sono per un 83,3% di possibilità di effettivo rialzo dei tassi americani.

Se la FED dovesse effettivamente alzare i suoi tassi, la mossa non sarebbe uno shock per il mercato dato che era ampiamente prevista e già stata ammortizzata nelle settimane e nei mesi scorsi (infatti, abbiamo visto un rialzo del dollaro contro le altre valute, qui i grafici del dollaro in tempo reale).

Mark Carney sa che la BoE non si trova alle stesse condizioni della FED e prima di poter alzare i tassi britannici dovremmo chiaramente attendere il 2017. E' difficile che anche tutto il prossimo passerà senza un rialzo del tasso, così come potrebbe essere difficile vedere un rialzo nei primi 6 mesi.

Sterlina / dollaro americano, previsioni 2017

Le previsioni 2017 della sterlina contro il dollaro americano sono non propriamente difficili, almeno fino a questo punto della storia.

Se la FED si muoverà prima della BoE (come è probabile che sia), la decisione richiamerà ingenti capitali negli Stati Uniti, rinforzando fortemente il dollaro USD.

Sterlina / euro, previsioni 2017

Andando invece ad affrontare il rapporto di cambio tra sterlina ed euro per il 2017, la banca francese Societe Generale prevede un rapporto di 0,71 a marzo, 0,68 a giugno, 0,70 a settembre a 0,705 per la fine del prossimo anno.

Dunque, non c'è alcuna prospettiva che la valuta unica possa tornare, almeno per i prossimo 12 mesi, ai livelli di qualche mese fa attorno al valore di 0,80 .

I vantaggi di una sterlina debole per il Regno Unito

Carney sà che i vantaggi di una valuta debole sono evidenti per l'economia del paese britannico. In maniera particolare, la competitività delle imprese britanniche è rafforzata.

I consumatori inglesi potrebbero non essere altrettanto felici, in considerazione del fatto che il pound debole renderebbe più costoso fare acquisti online da produttori americani.

Solo quando l'economia britannica sarà pronta, Carney deciderà per il rialzo dei tassi e potremo cambiare le nostre previsioni per la sterlina 2017.

Cosa influisce sul valore della sterlina

Sono diversi gli indicatori economici che sono in grado di influire sul valore della divisa britannica, dal PIL fino alla dichiarazione sui tassi di interesse inglesi. Per una completa panoramica, ti rimandiamo al nostro approfondimento sui dati economici che influenzano la sterlina.

Sterlina 2017, la novità del referendum

Una delle novità che influirà sul valore della sterlina nel corso dei primi mesi del 2017 sarà sicuramente il referendum che David Cameron ha indetto per far decidere al popolo inglese se rimanere in UE o meno.

Benché all'inizio, il Primo Ministro inglese, fosse per un'uscita dall'Unione Europea, dopo essere riuscito a strappare degli accordi particolarmente vantaggiosi per il suo paese, ora è in favore del rimanere. Secondo le sue parole, un'uscita dall'UE sarebbe "un salto nel buio".

Ne parliamo in maniera approfondita nel nostro testo sul referendum inglese 2016.

Quel che è certo è che, dal punto di vista della divisa inglese, le prossime settimane saranno da "montagne russe".

Pochi giorni fa ci siamo trovati di fronte ad un calo del pound, contro il dollaro americano, ai minimi del 2009, e anche nell'euro/sterlina abbiamo visto un movimento non favorevole alla divisa di Elisabetta II.

Per chi volesse investire con la sterlina nei primi mesi del 2017, consigliamo di farlo con estrema calma, applicando tutte le più normali e comuni regole del money management (come lo stop loss, ad esempio) e lavorando sempre con la testa.

Apri un conto con eToro e inizia ad investire partendo da 100 €

Grafici e cambio della sterlina inglese

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Sterlina Inglese 2017: le Previsioni"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: