Forex Trading Italia
22 luglio 2015

Strategia Forex con l'Oscillatore Stocastico

Una strategia operativa semplice ma efficace, che permette di operare con l'oscillatore Stocastico. Vediamo in che maniera usarla, quando entrare e quanto uscire.

Una delle strategie tecniche più semplici ed immediate da usare nel mercato del forex è quella che prevede l'uso dell'oscillatore stocastico. Andiamola ad analizzare e vediamo perché è utile.

Cosa indica l'oscillatore stocastico

Questo indicatore ha lo scopo di farci vedere, sul grafico, eventuali inversioni di tendenza. Ecco un grafico che permetterà di capire di più.

strategia-forex-stocastico

Le due linee sotto al grafico, la bianca e la rossa, rappresentano rispettivamente %K e %D. Non entriamo nel merito di questo indicatore, ma ti rimandiamo a tal proposito alla pagina dedicata allo Stocastico Forex.

La configurazione

Come sempre, è importante scegliere la giusta configurazione dell'indicatore. In questo caso, abbiamo deciso di lasciare quella di base consigliata da Markets.com, ad eccezione del tipo di media mobile da usare (quella di default è la media mobile semplice, noi abbiamo optato per quella esponenziale in quanto riteniamo dia delle indicazioni migliori e più affidabili).
  • Periodi %K: 13 - 25
  • Periodi %D: 2 - 9
  • Media mobile: esponenziale

Vantaggi

  • è una strategia che si usa con un solo indicatore
  • è possibile impostare dei chiari livelli di stop loss

Svantaggi

  • il livello di take profit non è sempre ottimale e chiaro

Condizioni di entrata

E' possibile entrare "long", dunque aprire una posizione in salita, quando la linea bianca incrocia, dal basso verso l'alto, quella rossa.

Al contrario, è possibile entrare "short", dunque aprire una posizione in discesa, quando la linea bianca incrocia, dall'alto verso il basso, quella rossa.

Condizioni di uscita

Sappiamo benissimo che è importante decidere, prima ancora di entrare nel mercato, quando bisognerà uscirne.

Ecco dunque che è utile rispettare queste condizioni:

  • se si entra "long", lo stop loss dovrebbe essere posto al valore minimo che si vede sul grafico che si ha di fronte
  • se si entra "short", invece, lo stop loss dovrebbe essere inserito al valore massimo che si vede sul grafico

Per un'operatività ancora migliore, potremmo pensare di andare a valutare l'uso di Fibonacci, come nel grafico che segue.

strategia-forex-stocastico-fibonacci

Il punto di partenza del Fibonacci è il prezzo minimo visto sullo schermo, il punto di arrivo è quello massimo. In questo caso gli stop loss possono essere impostati in corrispondenza del livello del 38,2% (nel grafico sopra abbiamo visto un respingimento a quei livelli), poi al 50% e poi ancora al 100%.

Dal punto di vista dei take profit è difficile riuscire a dare un punto ben preciso. La cosa migliore è stabilire, dal principio, quanto si voglia guadagnare (ad esempio, 10 pips, 20 pips, ecc) e attenersi a questo obiettivo.

Timeframe

In teoria si può usare questa strategia con ogni timeframe, ma dal nostro punto di vista rende meglio con un grafico forex da almeno 15 minuti.

In conclusione

L'uso di questa strategia può essere eccellente per chi desidera investire senza troppe complicazioni. Si tratta di un modo di fare forex semplice, come abbiamo visto, che non richiede troppi calcoli o l'uso di indicatori complessi.

Per avere successo, è importante operare con gli stop loss. Se pensate che usare uno stop loss ai livelli indicati da Fibonacci (ad esempio) sia eccessivamente rischioso, potreste pensare di stringerlo o allargarlo, rispettivamente, se desiderate rischiare meno denaro o se pensate che il mercato sia in una fase molto volatile e dunque sono possibili movimenti di vari pips in poco tempo.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Strategia Forex con l'Oscillatore Stocastico"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: