Forex Trading Italia
23 novembre 2011

Super Comitato USA, il perché del fallimento

Parlando del Super Comitato USA, vediamo il perché del fallimento.

Il super comitato USA ha fattio. La colpa più grande è dei repubblicani, che non hanno voluto aumentare le tasse sui redditi più alti. La loro proposta finale era di circa 300 miliardi di dollari di aumenti di entrate nel corso del prossimo decennio, un piccolo passo nella giusta direzione. Ma il piano spostava la maggior parte del carico fiscale sul ceto medio.

Supercomitato USA, il perché di un fallimento

In questo caso i democratici hanno pensato, a ragione, che è sbagliato imporre un altro round di tagli e di tasse sul ceto medio, andando a toccare programmi come Medicare e chiedendo poco sacrificio ai ricchi. Meglio dunque riprovare l'anno prossimo, quando i tagli fiscali di Bush scadranno.

Nei prossimi mesi, due programmi che stanno puntellando l'economia USA sono destinati a scadere. Uno è il taglio delle tasse sulla sicurezza sociale, che faceva parte del piano di stimolo di Obama, l'altro è l'indennità di disoccupazione estesa.

super comitato usa

Per quanto riguarda il primo punto, si avrebbe un aumento di imposta pari al 2 per cento della busta paga. Un camionista americano, ad esempio, perderebbe quasi 800 dollari, mentre un idraulico ne perderebbe 1.000 . Dato che la gente avrà meno da spendere, l'economia crescerà più lentamente.

Relativamente alla scadenza dell'indennità di disoccupazione estesa, la situazione rallenterebbe l'economia, secondo alcuni sarà perduto un altro milione di posti di lavoro.

La lotta per contenere il debito Usa sarà vinta o persa su un campo molto più grande, ovvero sulla capacità del governo di contenere la spesa, in particolare i costi dell'assistenza sanitaria, e di riformare un sistema fiscale plasmato da lobbisti danarosi.

La lotta ora riprenderà il prossimo anno.

Via blog.nj.com

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Super Comitato USA, il perché del fallimento"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: