Forex Trading Italia
02 aprile 2015

Le tasse in Italia sono in aumento: +0,1%

In Italia le tasse sono in aumento dello 0,1% rispetto allo scorso anno, un dato che va contro le speranze degli italiani e le promesse del governo Renzi.

Secondo gli ultimi dati Istat, la pressione fiscale in Italia è aumentata nel corso del 2014. Nonostante tutte le promesse che il premier Renzi ha fatto nel corso dei mesi passati, nonostante il bonus degli 80 euro in busta paga, nonostante la "buona volontà", la situazione non è ancora cambiata e a pagare sono sempre i soliti: i cittadini.

Pressione Fiscale 2014: +0,1%

In tutto il 2014 la pressione fiscale italiana è arrivata al 43,5% , un aumento dello 0,1% rispetto alla pressione fiscale del 2013.

E' non pensiate che tale situazione sia in fase di miglioramento, perché anche nel quarto trimestre 2014 (quello che va da ottobre a dicembre) la pressione fiscale è aumentata dello 0,1% rispetto allo stesso periodo del 2013, arrivando a toccare la percentuale del 50,3%.

Aumenta anche il rapporto tra indebitamento netto e PIL

Un altro dato negativo della situazione italiana è che il rapporto tra indebitamento netto e PIL è stato pari al 3%, un incremento dello 0,1% rispetto allo stesso valore registrato nel 2013.

Diminuisce il reddito a disposizione delle famiglie

Altro dato negativo è che il reddito che le famiglie italiane possono spendere è stato in calo nel quarto trimestre del 2014 rispetto al terzo trimestre dello scorso anno, precisamente dello 0,4% . Positivo è invece il dato che, sempre nel quarto trimestre 2014, tale dato è aumentato dello 0,8%.

Una magra consolazione? Si, ma non più di tanto.

La disoccupazione è in aumento

Uno dei dati più importanti che sono in grado di mettere in evidenza la bontà della situazione economica di un paese è legato all'occupazione. Solitamente, se è in aumento significa che l'economia di un paese cresce, altrimenti decresce.

In Italia la già delicata situazione occupazionale non sta mostrando segni di ripresa, anzi. Dal 2008 (anno di inizio della crisi economica che stiamo vivendo ancora oggi) al 2014 la situazione è assolutamente drastica:

  • il sud Italia ha perso 576.000 posti di lavoro
  • il nord Italia ha perso 284.000 posti di lavoro

A dicembre e a gennaio abbiamo avuto una diminuzione del numero di disoccupati, mentre a febbraio c'è stato un lieve incremento (12,7%).

Potrebbe essere solo un dato negativo tra diversi positivi, però. La fiducia delle imprese italiane è in aumento, mentre il trend dell'occupazione da dicembre a febbraio è in aumento dello 0,4%.

Insomma, dati che fanno sperare per il futuro, anche se dalle promesse iniziali del premier ci si poteva magari aspettare qualche cosa di più.

Fonti: affaritaliani.ittgcom24.mediaset.it

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Le tasse in Italia sono in aumento: +0,1%"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: