Forex Trading Italia
09 novembre 2016

Tassi di interesse Nuova Zelanda: possibile un taglio da parte della RBNZ

La Banca Centrale della Nuova Zelanda potrebbe valutare un taglio dei tassi di interesse. Che effetto ci sarà sul dollaro kiwi?

Questa sera la RBNZ, Banca Centrale della Nuova Zelanda, potrebbe decidere sul taglio dei tassi di interesse. Lo scorso agosto, l'istituto di credito guidato da Graeme Wheeler aveva già tagliato i tassi, promettendo quanto prima un ulteriore diminuzione degli stessi, informazione che potrebbe andare ad influire sul rapporto di cambio dollaro USA / dollaro neozelandese (ma non solo).

Cosa aspettarsi dalla riunione della banca, questa sera?

Previsioni tassi di interesse Banca Centrale della Nuova Zelanda

Dati i recenti dati economici, la decisione sui tassi potrebbe probabilmente essere vicina alle aspettative dei mercati, ovvero un taglio di un quarto di punto base e un passaggio dal 2% attuale al 1,75%.

Alla fine, però, gli effetti di un taglio dei tassi sul dollaro kiwi (della Nuova Zelanda) potrebbero essere limitati, dato che ci sarebbe bisogno che tale decisione fosse accompagnata da una dichiarazione molto "dovish" per frenare la speculazione che il ciclo di allentamento della RBNZ è stato completato. Nel complesso, ci sembra essere di poco valore nella vendita di NZD / USD la decisione di politica economica di questa sera.

Nel corso della precedente riunione, la RBNZ aveva dichiarato che la politica monetaria continuerà ad essere accomodante. Le proiezioni e le ipotesi attuali indicano che un ulteriore allentamento della politica sarà necessario per assicurare che l'inflazione futura arrivi vicino al traguardo che ci si è posti.

I dati dell'inflazione trimestrale sono stati più forti del previsto, con un aumento dello 0,3% dei prezzi. Il tasso annuo, tuttavia, è ancora a + 0,4% a causa dell'andamento molto debole del primo trimestre del 2016.

Il dollaro della Nuova Zelanda rimane al di sotto dei livelli registrati nel terzo trimestre, con un picco appena sotto 0.7500 a metà settembre, ma resta in ogni caso a livelli elevati e si è rafforzato notevolmente nel mese di novembre con un guadagno di oltre 2 centesimi, in zona 0.7400.

La RBNZ si trova di fronte ad una decisione difficile e, alla fine, potrebbe decidere di aspettare prima di agire, soprattutto con l'incertezza che circonda la dichiarazione della Federal Reserve di dicembre, in maniera particolare dopo la vittoria di Donald Trump.

La RBNZ, tuttavia, non si incontrerà di nuovo nei prossimi tre mesi, quindi se non ci sarà il taglio oggi, non vi saranno altre possibilità fino al prossimo mese di febbraio.

Previsioni dollaro Nuova Zelanda

A seconda delle parole di questa sera, potremmo attenderci un movimento più o meno grande da parte del dollaro neozelandese.

Questa mattina il dollaro neozelandese ha subìto una frenata dopo la notizia della vittoria di Trump e c'è da pensare che nelle prossime settimane la valuta sarà guidata maggiormente da questa notizia che ha sconvolto il mondo, piuttosto che dalle decisioni della RBNZ.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Tassi di interesse Nuova Zelanda: possibile un taglio da parte della RBNZ"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: