Forex Trading Italia
06 dicembre 2011

Torna l'ici sulla prima casa

Torna l'ici sulla prima casa e per oltre 40 milioni di italiani dal prossimo anno nuove tasse a cui far fronte.

Ici sulla prima casa ed estimi catastali più alti, queste sono le notizie che in questi giorni preoccupano i cittadini italiani, oltre alle riforme sulle pensioni. Il nuovo Governo Mario Monti conferma che bisogna agire in maniera tempestiva per risolvere questa crisi, e che l'Italia non fallirà.

Torna l'ici sulla prima casa

L'ICI sulla prima casa è solo uno dei passaggi del piano di intervento di Monti, che prevede tra le altre cose, anche l'IMU 2012 e le nuove rendite catastali 2012.

Per prima cosa l'ICI sulla prima casa sarà calcolata secondo delle nuove aliquote, pari al 4 per mille del valore dell'immobile, con facoltà per il comune di modificare fino a 2 millesimi di punto tale valore. L'ICI 2012 presenta una stangata in nuove tasse per oltre 40 milioni di italiani proprietari di un immobile.

Se tutto ciò non bastasse, il pacchetto di intervento del governo Monti ha previsto anche un aumento delle rendite catastali pari al 60%. Questo significa che il valore base sul quale verrà effettuato il calcolo dell'ICI sarà più alto del 60%.

Calcolo ICI prima casa 2012: esempio pratico

Ici prima casa 2012

Se ad esempio, fino allo scorso anno un'ipotetica ICI sulla prima casa sarebbe stata calcolata sul valore di un immobile di 100.000 euro, quest'anno tale valore sarà elevato fino a 160.000 euro.

Dal prossimo mese di gennaio, poi, ci sarà anche l'IMU a farla da padrone. Nuove tasse per gli italiani, che sembrano non dover mai smettere di pagare.

L'aumento dell'ICI 2012, poi, avrà come conseguenza anche quello di influire sul mercato degli immobili. L'ICI verrà infatti calcolata anche sulle seconde e sulle terze case, ovviamente. Gli aumenti renderanno meno allettante per gli italiani investire in immobili.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Torna l'ici sulla prima casa"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: