Edizione del 15 August 2018 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Come scegliere un Broker Forex Affidabile in 7 Passaggi

Come trovare dei broker affidabili per fare forex? Leggi la nostra guida completa con 7 passaggi che ti permetterà di orientarti meglio in questo mondo.

Come scegliere un Broker Forex Affidabile in 7 Passaggi

Come scegliere un broker forex affidabile? E' questa la domanda che in tanti si fanno quando vogliono iniziare ad investire nei mercati. Effettivamente, con tanti nomi tra cui scegliere sul mercato, potrebbe essere difficile riuscire a trovare il broker più affidabile, quello più sicuro e garantito.

In questo articolo vogliamo elencarti una serie di punti che possono essere utili per trovare un broker sicuro.

Come scegliere un broker sicuro ed affidabile

Regolamentazione


E' sicuramente l'aspetto più importante da prendere in considerazione perché l'iscrizione ad un ente di controllo garantisce la serietà e l'affidabilità dell'intermediario.

Le regolamentazioni variano da paese a paese, secondo questo elenco:

  • Europa e Italia: CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission);
  • Regno Unito: FCA (Financial Conduct Authority);
  • Stati Uniti d'America: NFA (National Futures Association) e CFTC (Commodity Futures Trading Commission)

Per verificare che sia un broker regolamentato, ci sono due strade: la prima è andare sul sito web del broker e cercare i loghi degli enti di regolamentazione, la seconda è recarsi direttamente sul sito dell'ente e cercare l'elenco dei broker autorizzati per verificare l'effettiva presenza. Per verificare se un broker è autorizzato CySEC, ad esempio, clicca qui.

Valutare il servizio di assistenza


Dare un'opinione sul servizio di assistenza fornito è molto importante. Un buon broker avrà un servizio di assistenza professionale e darà ai suoi clienti diversi modi per poterlo contattare: telefono (meglio se numero verde), email, ticket di assistenza, chat in tempo reale.

Mentre stai valutando il servizio di assistenza (prima di aprire il conto) fai tutte le domande che ti vengono in mente, e se la persona dall'altra parte risponde in maniera professionale e veloce è sicuramente una cosa positiva; al contrario se risponde male o svogliatamente, o addirittura non risponde, questo deve porci un freno verso quel determinato broker.

Quanti conti sono offerti?

Esistono dei broker per principianti, e dei broker finanziari per esperti, e riuscire a capire la differenza è fondamentale per scegliere bene.

Solitamente i broker per principianti offrono anche conti di piccole dimensioni (i cosiddetti "mini conti") che possono essere aperti con un versamento di 100€ (o valuta equivalente) e che consentono di usare una leva finanziaria minima.

Questi piccoli conti di trading permettono di investire nel mercato delle valute senza rischiare molto ma avendo un "assaggio" di quello che è il forex reale.

Inoltre, il broker offre anche dei conti demo, che permettono di provare la piattaforma senza rischiare? Se la risposta è negativa, meglio rivolgersi altrove.

I conti demo


Se sei un principiante del forex o vuoi testare una nuova piattaforma di trading, allora il passaggio fondamentale da fare è quello di aprire un conto demo forex. Sono dei conti gratuiti che tutti possono aprire per investire senza rischiare denaro proprio, ma facendo forex con denaro "virtuale" messo a disposizione dal trader.

Ogni broker ne offre uno, e dev'essere così, perché ad ogni trader deve essere data la possibilità di provare la piattaforma di investimento prima di versare denaro reale.

Deposito minimo, spread e leva finanziaria


Il quarto aspetto da considerare riguarda le condizioni generali dei conti proposti, con deposito minimo, spread e leva finanziaria che la fanno da padrone.
  • il deposito minimo è l'importo che bisogna versare per aprire un conto di trading reale. Alcuni broker partono da 100 €;
  • lo spread è la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita di una data coppia di valute. Rappresenta un costo per l'investitore, per cui più è basso e meglio è. Leggi di più sullo spread e scopri come trovare broker con spread bassi;
  • la leva finanziaria è un moltiplicatore delle posizioni aperte. Una leva di 100:1, ad esempio, permette di investire 100 euro per ogni euro reale che si ha nel conto. Permette di moltiplicare i guadagni, ma anche le perdite, per cui bisogna usarla con attenzione. Scopri cos'è la leva finanziaria e che cosa è l'effetto leva.

La piattaforma di trading


Nella scelta bisogna valutare con attenzione la piattaforma di trading, dato che gli investimenti sono fatti per tramite di essa, dunque è fondamentale capire se può fare al caso nostro o meno (perché ogni piattaforma è diversa).

Bisognerebbe valutare tutte le piattaforme offerte da ogni broker, da quella classica (che si scarica e si installa) fino a quella web e anche la versione mobile, considerando che nel 2018 è sempre più facile fare trading da smartphone.

Per poter valutare la piattaforma ti consigliamo di aprire un conto di prova Forexgratuito e a zero rischi, il modo migliore per testare il tutto in prima persona e senza perdere denaro.

Le opportunità di investimento


Oggi la maggior parte dei broker offrono un'ampia varietà di prodotti di investimento, anche se alcuni si differenziano perché l'offerta è maggiore.

Bisognerebbe scegliere un broker che consenta come minimo di investire in:

  • coppie di valute
  • criptovalute
  • commodities (sono le materie prime)
  • azioni più famose
  • indici azionari

Le recensioni ed i giudizi


Altro passaggio importante per valutare l'affidabilità del broker è leggere su internet le recensioni degli utenti che, prima di voi, hanno provato un dato broker. Se tali recensioni sono positive, allora ci si può fidare, altrimenti meglio passare oltre. Ovviamente, non limitatevi ad una sola recensione positiva, ma cercate di raccogliere più punti di vista.

Inoltre, ecco alcune semplici regole da tenere a mente:

  • se un broker è operativo da diversi anni, la cosa ci dice che la società sa molto di Forex e cura i suoi clienti, altrimenti non sarebbe qui oggi
  • se un broker è regolato da un ente esterno ed indipendente, la cosa ci dice che un broker è serio su quello che fa e sta facendo tutti gli sforzi necessari per allinearsi con le norme ed i requisiti imposti dagli organismi di controllo
  • se un broker offre più di un prodotto (ad esempio, oltre alle valute ha anche futures, opzioni, commodities, ecc), la cosa ci dice che esso gestisce un'impresa molto grande, la quale porta a maggiori responsabilità e, ovviamente, a più clienti.

Bisogna sapere cosa si cerca

Per trovare il giusto broker per investire bisogna sempre partire un elenco di funzionalità necessarie perché diventa tutto più facile quando si fa una lista dei servizi e delle caratteristiche che si desiderano. Ecco una serie di domande a cui darsi risposta:

  • che coppie di valute si ha intenzione di commerciare? Alcuni broker sono più forti su alcune coppie di valute
  • che tipo di spread è adatto a sé, tra fisso e variabile?
  • il broker fa pagare una commissione?
  • quale sarebbe l'investimento minimo, ovvero il versamento minimo da fare per aprire un conto?
  • che leva forex si cerca? Meglio non andare mai oltre 100:1 per evitare troppi rischi
  • di quali strumenti e indicatori Forex si ha bisogno?
  • si vuole fare trading via smartphone?
  • in che modo si vuole versare denaro sul conto di trading?
  • che operatività si vuole fare? Veloce e di breve periodo (scalping, qui un elenco dei migliori broker per fare scalping) o di medio / lungo periodo?

Migliori broker forex

In conclusione vogliamo invitarti a dare un'occhiata alla nostra lista di broker forex affidabili e sicuri, troverai solo quelli autorizzati ad operare in Italia e, di conseguenza, i migliori.

Scritto da Gino Topini. Appassionato di investimenti, trading e criptovalute, sono stato relatore presso il China Forex Expo 2017 e protagonista di un podcast sul sito canadese Desire To Trade.

Per approfondire: