Edizione del 10 December 2018 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Economia Indiana 2019: Previsioni

L'economia indiana è una di quelle a più forte crescita al mondo: quali sono le motivazioni e fino a dove potrà arrivare?

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha previsto un tasso di crescita del 7,4% per l'economia Indiana nel corso del 2019. Questo va a migliorare la crescita degli anni precedenti: 6,7% nel 2017 e 7,3% nel 2018.

Se la previsione fosse effettivamente reale, il paese indiano finirebbe per superare la Cina come economia a più alto tasso di crescita al mondo, dopo che la crisi cinese ha un po' scosso il paese (ed i mercati).

India nuovo paese in cui investire, dunque?

Si, ma con attenzione. Si tratta sempre di un'economia emergente, benché in forte crescita. Sono ancora lontani i momenti in cui quella indiana potrà essere definitiva un'economia stabile, anche se continuando nella direzione intrapresa il risultato finale potrebbe essere quello.

Economia indiana, perché la previsione è positiva?

Sono varie le ragioni per cui l'economia dell'India cresce così tanto:

  • la popolazione è sicuramente una prima ragione, tra le più numerose al mondo;
  • ma soprattutto l'India cresce perché negli ultimi anni il governo ha messo in atto grandi riforme, tra cui la stabilizzazione di un'obiettivo di inflazione, la tassa sui beni e sui servizi, il codice di insolvenza e fallimento per le aziende, ma soprattutto ha cercato di facilitare la nascita di nuove imprese e ha liberalizzato gli investimenti stranieri.
  • il governo ha come obiettivo anche la rivitalizzazione del credito bancario e il miglioramento dell'efficienza della fornitura di credito tramite un miglioramento delle governance delle banche;
  • in generale, il governo sta lavorando per a migliorare il mercato del lavoro e quello imprenditoriale, che sono fondamentali affinché un paese possa crescere.

Affinché la previsione possa essere tradotta in pratica, c'è anche bisogno di focalizzarsi sui seguenti aspetti:
  • Agricoltura: la metà della forza lavoro è ancora molto legato dall'agricoltura, e addirittura il 25% del PIL del paese viene da prodotti agricoli. Per questo motivo bisogna migliorare la produttività delle colture (al momento ancora bassa), stabilire dei prezzi minimi di sostegno, dare dei sussidi e permettere agli imprenditori agricoli del paese di accedere a prestiti agricoli per migliorare le proprie aziende;
  • la produzione agricola, a sua volta, è legata anche ad aspetti climatici come i monsoni;
  • il paese deve porre attenzione al settore manifatturiero, cosa che non ha mai fatto. A causa di ciò, l'India soffre per la lentezza dei processi produttivi e per la lenta crescita dell'occupazione;
  • effetti della demonetizzazione (nel 2016 il governo ha annunciato che avrebbe reso fuori corso miliardi di banconote da 500 e 1.000 rupie con l'obiettivo di liberarsi della carta moneta e passare alla moneta digitale): l'impatto sulle piccole e medie imprese è stato notevole, per un paese abituato ad avere il contante tra le mani. Il governo deve incoraggiare le transazioni senza contanti affinché il paese possa veramente crescere e arrivare a competere con le grandi economie mondiali.

Perché l'economia dell'India ha superato la Cina

L'economia cinese è vittima di un rallentamento della crescita, dopo gli esorbitanti risultati a due cifre cui il paese orientale ci aveva abituato. In Cina, le previsioni di crescita sono del 6,2% nel 2019, in calo dopo il +6,7% del 2017 e il +6,6% del 2018.

Questo riflette il rallentamento della crescita della domanda esterna e la restrizione della regolamentazione finanziaria.

Nel medio termine le previsioni sono di un ulteriore rallentamento, fino al +5,6%, anche se l'economia cinese sta compiendo degli importanti passi verso la stabilizzazione grazie ad un costante controllo finanziario.

Rischi per l'economia indiana

Ovviamente non è tutto "rose e fiori". Gli esperti del FMI ritengono che una particolare attenzione dev'essere posta alla riduzione del debito al fine di stabilire una certa credibilità nelle politiche del paese e creare delle riserve.

Economia India: Riassunto

  • Prodotto Interno Lordo: 2.264 Miliardi di Dollari (USD)
  • Tasso di crescita economica: +7.1 %
  • Inflazione: 4,5%
  • Disoccupazione: 3,46%
  • Popolazione Totale: 1.335.250.000
  • Popolazione Lavorativa: 520,199,005
  • Tassazione: Imprese 30% - Individuali da 0% a 30%
  • Debito Estero: 456,140.000.000 Dollari (USD)
  • Debito interno: 69.5% del PIL

Scritto da Gino Topini. Appassionato di investimenti, trading e criptovalute, sono stato relatore presso il China Forex Expo 2017 e protagonista di un podcast sul sito canadese Desire To Trade.

Per approfondire: