Comprare Bund Tedeschi: chi li Compra e Dove? Conviene?

Andiamo alla scoperta dei bund tedeschi, i titoli di stato che sono emessi dalla Germania. Che cosa sono? Come e dove si comprano? Conviene acquistare?

Investire in Bund Tedeschi conviene?

Cerchi degli investimenti sicuri che possano aiutarti a guadagnare denaro senza rischiare di perderlo? Hai mai preso in considerazione di comprare bund tedeschi, ovvero le obbligazioni emesse dal Governo tedesco, e vuoi più informazioni? Se la cosa ti interessa e ti stuzzica, continua a leggere per scoprire come investire in bund tedeschi, oltre che:

  • cos’è un bund tedesco?
  • dove acquistare?
  • le quotazioni in tempo reale, e i rendimenti
  • quanto è tassato?
  • che rischi ci sono?
  • conviene comprare bund tedeschi?

Che cosa sono i bund tedeschi

Come anticipato in apertura, i bund tedeschi sono i titoli di stato emessi dalla Repubblica Federale Tedesca. In maniera simile ai BTP italiani, hanno una scadenza medio lunga fino a 30 anni, dunque sono un investimento su cui andare a lucrare non nell’immediato.

I bund tedeschi sono sicuri

Gli investitori pensano che i bund tedeschi sono un titolo molto sicuro, addirittura più dei nostri BTP, in quanto lo stato che li emette, la Germania, è ritenuto più virtuoso, ovvero più affidabile da un punto di vista economico (non è un caso che sia l’economia tedesca a trainare l’UE).

La corsa ai bund germanici è partita nel 2011, quando è scoppiata la crisi dei bond sovrani. Da allora è arrivato sulla bocca di tutti lo spread BTP bund, cioè la differenza tra il rendimento dei titoli obbligazionari emessi da qualunque altro stato europeo, al confronto con quello delle obbligazioni della Germania.

In realtà, i bund tedeschi sono stati emessi l’11 dicembre 1952 per la prima volta, e ancora oggi costituiscono una scelta privilegiata per chi desidera investire senza rischi.

Il rendimento del Bund Tedesco e le quotazioni in tempo reale

Considerando la sicurezza dell’investimento, il rendimento che i bund tedeschi garantiscono è minimo e va dallo 0,01% netto annuo del bund con scadenza gennaio 2019 fino al 2,03% netto del bund con scadenza agosto 2046.

Per controllare la quotazione in tempo reale del bund a 10 anni, così da avere un parametro di riferimento, puoi visitare https://data.cnbc.com/quotes/DE10Y-DE .

Chi compra bund tedeschi oggi?

Considerando che i bund tedeschi sono titoli così sicuri e che i rendimenti sono così bassi, chi compra?

In sostanza, si tratta nella maggior parte dei casi di investitori che decidono di parcheggiare il proprio denaro in Germania, per motivi di sicurezza, e non sono interessati al rendimento bensì piuttosto a non correre rischi.

Si tratta anche del piccolo investitore che ha un po’ di soldi da parte e non vuole perderli per nessun motivo al mondo.

Ma i bund tedeschi possono anche essere comprati per speculazione tramite i CFD (Contratti per Differenza), che poi è la modalità che può rendere sicuramente di più (ma che ha anche i rischi maggiori).

Dove comprare i Bund tedeschi?

I bund tedeschi sono quotati al MOT, il Mercato Obbligazionario Telematico italiano, e sul TLX. Su entrambe questi mercati è possibile trovare bund tedeschi e comprarli.

In alternativa, sulla piattaforma di trading autorizzata Markets (sito ufficiale e recensione), si possono trovare i Bund a 10 anni da comprare e vendere con Contratto per Differenza (CFD).

Bund Tedeschi a 10 anni, su Markets

Tasse bund tedeschi

Come ogni tipologia di bond emessa da un governo, in Italia si paga una tassa del 12,50%. Il rendimento indicato dai bund è sempre lordo, pertanto per trovare quello netto occorre sottrarre questa aliquota.

Che rischi ci sono?

Onestamente parlando, ci sentiamo di fare una distinzione dei rischi. Se si intende il rischio di perdere il denaro investito, non c’è praticamente alcun rischio. La Germania è solida, è la prima economia in Europa, e pensare semplicemente che possa fallire (unico caso in cui un bund non può venire rimborsato) equivale a pensare al fallimento e alla rottura dell’UE, una cosa che avrebbe conseguenze ben peggiori rispetto alla perdita di denaro legata all’investimento.

Se, invece, si intende il rischio di non fare l’investimento giusto, in questo caso bisogna valutare che cosa si cerca, quello che si desidera e che aspettative si hanno:

  • se si cerca un modo per parcheggiare i propri soldi in attesa di opportunità migliori, allora il bund ha un senso;
  • se si cerca un guadagno, il bund è da scartare perché il rendimento, come visto, è minimo. Meglio addirittura optare per un investimento postale o per un conto di deposito, che già di per sè hanno dei rendimenti minimi.

Per cui, prima di pensare di investire, bisogna capire per bene che cosa ci si aspetta. Scopri delle idee per investire oggi.

Conviene comprare bund tedeschi?

Partendo dal presupposto che investire in Germania è una cosa sicura e che i bund sono alcuni dei migliori titoli di stato da comprare, abbiamo anche capito che la decisione se acquistare questi titoli o meno dipende tutta dalle aspettative che si hanno. In maniera specifica, si possono fare due ipotesi al confronto con i nostri titoli di stato di medio / lungo termine, i BTP:

  1. lo spread tra Bund e BTP sale: diventerebbe molto più conveniente investire in BTP, considerando che la remunerazione del Bund rimarrà bassa con ogni probabilità, e che l’Italia, da un punto di vista pratico, è altrettanto sicura rispetto alla Germania;
  2. lo spread resta costante: in questo si rischia di perdere denaro nel medio / lungo termine: ricorda che investire in bund è la stessa cosa di impiegare un certo capitale acquistando dei titoli a tasso fisso. Dato che i rendimenti sulle brevi scadenze sono praticamente allo zero, si potrebbe avere la tentazione di acquistare titoli per medio o lungo termine, ma in questo caso se i tassi dovessero crescere (cosa che ci si può attendere) si rischia di perdere denaro, o meglio di non avere un guadagno, dato che i soldi sono immobilizzati nei titoli tedeschi.

In conclusione, l‘investimento in bund non è certamente una delle migliori scelte che si possano fare, c’è poca remunerazione per un livello di sicurezza che si può raggiungere con altre soluzioni altrettanto tranquille.