Kraken

La piattaforma di Kraken è quella giusta per te? Ecco la Recensione e le Opinioni dopo averla testata. Scopri come investire in criptovalute!!

Kraken recensione

Se sei curioso di saperne di più su Kraken (sito ufficiale), leggi la nostra recensione obiettiva aggiornata al 2020, dove scoprirai anche quali sono le opinioni su Kraken, così da valutare se questa piattaforma per comprare e vendere criptovalute può fare al caso tuo.

Recensione Kraken 2020

Quando si parla di Kraken, si fa riferimento a una piattaforma che opera nell’ambito delle criptovalute. Andando più nei dettagli, si tratta di un servizio di exchange fondato nel corso del 2011 a San Francisco. Grazie all’elevato numero di iscritti e alle numerose funzioni offerte, stiamo parlando di una delle opzioni più apprezzate da chi effettua la compravendita di criptovalute.

Questa caratteristiche, fanno di Kraken uno degli exchange più adatti a trattare il Bitcoin, la valuta virtuale per eccellenza. Nonostante ciò, è bene considerare come la piattaforma consenta di operare su un vasto numero di criptovalute come Ethereum, Bitcoin Cash, Stellar, Ripple, Litecoin, EOS e tante altre.

Ovviamente questo è frutto di uno sviluppo costante ed un processo collaudato durante gli anni, visto che in principio la piattaforma trattava giusto Bitcoin e Litecoin. L’innovazione e l’implementazione di nuove funzioni, d’altronde, sono uno dei marchi di fabbrica di Kraken che la rendono leader nel ambito.

Iscrizione

L’apertura di un conto su questa piattaforma ripercorre gli standard del settore. Il primo passo consiste nel cliccare sul bottone “Sign Up” (in alto a destra). Da qui si ha accesso a un semplice form in cui inserire i dati basici con cui aprire un nuovo account.

Risulta necessario inserire i dati anagrafici del potenziale utente, email, password e paese di residenza. Ovviamente, dopo questa prima compilazione, è opportuno che l’istituto possa verificare che i dati forniti corrispondano al vero e che l’interlocutore sia effettivamente una persona fisica. Ciò avviene attraverso un documento d’identità in corso di validità (risultano accettati anche passaporto o patente). Per confermare ulteriormente questo passaggio, potrebbe anche essere richiesto un ulteriore dettaglio che può sembrare strano e divertente, come lo scatto di un selfie con il soggetto che tiene in mano il suddetto documento.

A ciò, segue l’inserimento dei dati del proprio deposito bancario e un primo versamento sul conto. A questo punto dunque è possibile avere pieno accesso a Kraken e operare con il trading di criptovalute in totale libertà.

Kraken è una piattaforma sicura?

Passiamo dunque al lato pratico, analizzando quello che è uno dei principali punti di forza di questo servizio. La sicurezza di Kraken infatti, è ben nota nel settore.

La principale caratteristica di questa piattaforma, sotto il punto di vista della sicurezza informatica, sono i portafogli di conservazione Cold Storage.

Tradotto in parole semplici, i fondi presenti nei portafogli-utenti, non sono collegati al Web e dunque hanno una maggiore sicurezza in caso di attacco da parte di pirati informatici. I server che contengono queste preziose informazioni sono estremamente protetti e costituiscono dei veri e propri “bunker”.

L’ampio utilizzo della crittografia e numerose procedure di sicurezza, rendono nel complesso il servizio una vera e proprio roccaforte. Non mancano infatti le soluzioni più tradizionali, come il certificato SSL standard e protezioni comunemente usate su pressoché qualunque sito degno di tale nome.

Anche sotto il punto di vista della privacy, viene offerta una tutela degna di nota. Grazie al blocco delle impostazioni globali, ogni utente può nascondere le proprie informazioni personali.

Commissioni e costi

Come qualunque altro servizio del settore, anche Kraken presenta naturalmente le commissioni riguardanti il trading delle criptovalute. Nello specifico, queste si basano sui volumi monetari che l’utente effettua nell’ambito di un mese. La commissione, di fatto, scende con il crescere del volume trattato.

Per esempio, con un volume che va da 0 a 50.000 dollari (chiaramente non tutti assieme, ma anche in lotti inferiori trattati nell’arco mensile), la percentuale trattenuta dal servizio è pari allo 0.16-0.26%, da 101.000 a 250.000 dollari scende allo 0.12-0.22% e via dicendo. Di fatto, Kraken è la piattaforma ideale per chi fa del trading con le criptovalute un vero e proprio lavoro a tempo pieno.

Questo perché, come per le classiche azioni e per gli altri strumenti finanziari (derivati, materie prime, oro) sono soggetti a ciclicità sulla quale, volendo, si può speculare.

Ancora più conveniente risulta tuttavia essere la piattaforma eToro (sito ufficiale) perché permette di fare trading di criptovalute senza commissioni.

Con eToro puoi comprare e vendere crypto direttamente da casa, con il computer o lo smartphone, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, senza pagare commissioni.

Per aprire un conto gratuito devi iscriverti dal sito ufficiale >>.

Opinioni Kraken 2020

Kraken si conferma come uno dei pilastri del trading di criptovalute. Grazie ai bassi costi di transazione e all’elevato livello di sicurezza, questa piattaforma è decisamente una delle più indicate per chiunque voglia inoltrarsi in questo mondo.

Ricordiamo che eToro (vai al sito ufficiale) permette invece di fare trading senza commissioni.

Secondo le recensioni che si possono leggere in giro per il Web, l’assistenza non è sempre tempestiva nei suoi interventi. Nonostante ciò è presente e, con un po’ di pazienza, è possibile ricevere tutto il supporto necessario.

Pur non proponendo un’interfaccia adatta ai neofiti infatti, si tratta di uno strumento completo, funzionale ed economico che permette ai professionisti del settore di svolgere il proprio lavoro nel miglior modo possibile.