Ordini nel Forex

77

Ordini Forex: guida completa ai vari tipi di ordini nel mercato del trading.

La conoscenza è fondamentale nel mercato del trading online perché solo così si potrà avere una piena conoscenza di tutti gli strumenti che i broker online mettono a nostra disposizione per fare trading. Gli ordini nel forex sono le operazioni che si possono effettuare quotidianamente sulla propria piattaforma di trading, e poiché ce ne sono di vari tipi, ognuno di essi è in grado di darci risultati potenzialmente diversi.

Vediamo, di conseguenza, le varie tipologie di ordini che si possono attuare nel forex.

Tipi di ordini nel Forex

Market order (o ordine di mercato)

Si tratta di un ordine che viene dato alla piattaforma di aprire o chiudere una determinata posizione al prezzo attuale, cioè di mercato. In pratica, nel momento in cui si clicca con il pulsante del mouse sulla piattaforma, l’ordine viene eseguito immediatamente.

Entry order (o ordine di entrata)

Si tratta di un ordine che viene dato alla piattaforma di eseguire un ordine solo se il prezzo raggiunge un determinato livello. Ad esempio, ipotizzando che il prezzo attuale della coppia di valute euro/dollaro sia 1,2000 , si può impostare un entry order (sia long che short, leggi la differenza) in acquisto a 1,2020 , oppure in vendita a 1,1980 . Non appena il prezzo di mercato toccherà uno di questi due valori, la posizione viene aperta.

Limit order (ordine limite)

E’ un ordine di acquistare o di vendere ad un certo prezzo specificato. E’ importante stabilire sia il prezzo di esecuzione dell’ordine, che per quanto tempo si desidera che l’ordine rimanga attivo.

Sono due i tipi di limit order:

  • GFD (Good for the day): l’ordine resta attivo fino al termine del giorno;
  • GTC (Good till cancelled): l’ordine resta attivo fino a che non viene cancellato dal trader.

Approfondisci il limit order.

Stop order (o stop loss)

Si tratta di un ordine che pone un limite alle perdite e per questo motivo è fondamentale nella conservazione del proprio capitale. E’ un ordine che chiude una posizione se il prezzo va contro le previsioni che sono state fatte. Lo stop loss resta valido fino a quando una posizione non viene chiusa o liquidata, oppure fino a che il trader non lo cancelli.

Leggi di più sullo stop loss.

All’interno dello stop loss troviamo anche il trailing stop, cioè uno stop loss che si riposiziona da solo mano a mano che il prezzo si muove. Per alcuni versi è utile perché consente di avere sempre una protezione del capitale, anche se forse è più utile in caso di trend deciso in una direzione, meno se il trend è laterale.

Leggi di più sul trailing stop.

OCO (order cancel order)

Si tratta di un ordine che cancella un altro ordine. OCO sta per “ordine cancella ordine”, e praticamente si tratta di un ordine che, se viene attivato, cancella l’altro in sospeso.

Ad esempio, se si impostano due limit order opposti, se uno dei due viene attivato (perché magari il prezzo sale), l’altro (quello con il prezzo in discesa) viene staccato.

Ordini pendenti

Sono quegli ordini che rimangono in sospeso fino al verificarsi di un’altra condizione. Solo quando essa si verifica, allora gli ordini pendenti “scattano” e diventano esecutivi, reali.