Edizione del 18 July 2019 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Oro 18 carati, quotazione e utilizzi

Approfondiamo l'oro a 18 carati, uno dei più usati in Italia. Come viene quotato? Che prezzo ha, al grammo, anche come oro usato?

Oro 18 carati, quotazione e utilizzi

La quotazione dell'oro classica viene effettuata, due volte al giorno, sulla borsa di Londra, la più importante al mondo per le materie prime. Tuttavia, la quotazione effettuata dall'altra parte della Manica è quella sull'oro puro a 24 carati. Come ci si comporta, invece, con la valutazione dell'oro 18 carati, quello che viene usato per fare gioielli?

La caratura, cos'è e come funziona

Prima di andare ad affrontare la quotazione del metallo giallo a 18 carati, cerchiamo di capire meglio che cosa è la caratura e che differenze ci sono tra oro 18 carati, o oro comune, e oro 24 carati, o oro puro.

Innanzitutto diciamo che il simbolo del carato è “Kt”, e spesso nella pratica si preferisce usare la sigla piuttosto che la parola intera.

E' esplicativa la seguente tabella:

Carati Purezza
24 carati 999/1000
 18 carati  750/1000
 14 carati 585/1000
 10 carati 417/1000
 8 carati 333/1000

Come possiamo vedere, l'oro puro è quello a 24 carati, nel quale 999 parti su 1.000 , o addirittura 1.000 su 1.000 , sono composte di oro (la suddivisione in millesimi è fatta per comodità e per convenzione).

L'oro 18 carati è quello in cui 750 parti su 1.000 sono oro, e la rimanente parte sono altri metalli. Anche per questo viene definito “oro 750”.

Andando a scendere, c'è l'oro 14 carati (585 parti di oro su 1.000), quello 10 carati (417 parti di oro su 1.000) e quello da 8 carati (333 parti di oro su 1.000).

Come si può intuire, dal punto di vista del prezzo, l'oro a 24 carati costa di più rispetto a quello a 14, che a sua volta ha un valore più elevato rispetto a quello a 8 carati, e così via.

Come si legge la caratura? Su ogni pezzo d'oro viene incisa la caratura, espressa in millesimi, come da immagine qui sotto.

 

Caratura di un anello in oro Caratura di un anello in oro

Oro a 18 carati, per cosa si usa?

Come si può ben immaginare, ad ogni caratura corrisponde un uso ben preciso.

L'oro puro è utilizzato esclusivamente per finalità di investimento, pertanto è possibile trovare lingotti e monete d'oro realizzate in oro 24 Kt che tanti comprano e tengono da parte in attesa che aumenti di valore (addirittura da qualche tempo è possibile comprare oro pagando in Bitcoin).

Le monete preziose inglesi sono realizzate in oro 22 carati, mentre quello a 18 carati è usato in Italia dai gioiellieri per la realizzazione di oggetti da oreficeria. In virtù della sua diffusione è definito anche oro comune.

Nel nostro paese è difficile trovare oro in carature minori, che invece sono diffuse in Francia, Germania e Regno Unito nella versione a 14 carati, oppure nei paesi emergenti in quella a 9 carati.

Addirittura, nei paesi balcanici l'oro è molto richiesto per lavori di ortodonzia, in quanto è visto come un oggetto di gran valore e simbolo di ricchezza.

L'oro a 18 carati viene usato in Italia per la realizzazione dei gioielli perché rappresenta il miglior compromesso tra valore e durezza del metallo. Il metallo puro, infatti, risulterebbe troppo debole per realizzare gioielli, collane o bracciali, per cui lo si usa unire con altri metalli più duri per aumentarne la resistenza. L'oro giallo 18 carati è composto per il 75% di oro puro, circa il 10% di argento e circa il 15% di rame.

Sono delle leghe anche l'oro bianco, composto da 75% di oro giallo e 25% di nichel, argento o palladio, e quello rosa, composto dal 75% di oro giallo, da circa il 6% di argento e da circa il 19% di rame.

Quotazione oro 18 carati, come si calcola?

La quotazione dell'oro a 18 carati viene fatta partendo ovviamente dalla quotazione dell'oro puro: in generale se il prezzo dell'oro 24 carati sale, aumenta anche quello del suo equivalente a 18.

Oltre a questo, il valore di un gioiello realizzato in oro dipende molto sia dalle altre leghe utilizzate (se più o meno preziose) e da chi ha realizzato il ninnolo.

Effettivamente la valutazione del prezzo finale dei gioielli dipende dalla fattura del singolo pezzo, oltre che da un eventuale interesse storico o artistico.

Per questo motivo il prezzo del gioiello non corrisponde praticamente mai al suo corrispettivo in oro (più altri metalli nella lega, ovviamente).

Quotazione oro usato

Un discorso a parte deve essere fatto per la quotazione dei gioielli usati, i quali sono solitamente valutati di meno rispetto a quelli comprati ex-novo (benché l'oro non perda di valore) per il semplice motivo che sono, appunto, già stati utilizzati, di seconda mano.

La valutazione dell'oro usato viene fatta da negozi specializzati, i cosiddetti compro oro, il cui business principale è quello di acquistare bracciali, catenine, anelli usati (anche spezzati e rotti in generale) al fine di rivenderli. Usando un bilancino di precisione viene calcolato il peso dei gioielli e viene fornita così una valutazione del prezzo al grammo.

In linea generale il valore dell'oro di seconda mano dovrebbe aggirarsi tra il 25% e il 30% rispetto al valore dell'oro puro, per cui se vi offrono una somma che si trova in questo range ci può stare, mentre se l'offerta è di molto minore meglio cambiare negozio alla ricerca di migliori preventivi.

Ci sono negozi di oro usato praticamente in ogni città italiana, soprattutto nelle più grandi come Roma, Milano, Torino e Napoli, ad esempio.

E' in tutti i casi consigliabile far valutare i propri gioielli rotti ed usati da più di un negozio compro oro, e addirittura alcuni offrono un servizio online che prevede anche ritiro sicuro con corriere e pagamento su conto corrente bancario.

Perché comprare oro 18 carati?

Come abbiamo capito, l'obiettivo principale dell'oro 18 carati è esclusivamente quello della gioielleria, non c'è altra finalità.

Si tratta del miglior oro che si possa acquistare quando si cerca un bracciale, una collana o un paio di orecchini.

Per chi cercasse, invece, oro da investimento, allora la scelta deve necessariamente ricadere su quello puro, ovvero l'oro 24 carati, la cui quotazione si basa su un concetto completamente differente.

Se cerchi investimenti in oro, potrebbe interessarti leggere:

$$$ Fai trading come un pro $$$
Scritto da Gino Topini. Appassionato di investimenti, trading e criptovalute, sono stato relatore presso il China Forex Expo 2017 e protagonista di un podcast sul sito canadese Desire To Trade.

Per approfondire: