Posizioni long e short: cosa significa

397

Guida alle posizioni long e short: cosa significa andare long o andare short, e come funziona.

Quando si fa trading è possibile investire con due tipologie di posizioni: long e short.

In questa guida cerchiamo di capire cosa sono e come funzionano, oltre che le differenze.

Nel frattempo, puoi scaricare anche questo eBook gratis per imparare a fare trading in 28 giorni.

Posizioni long e short

Le posizioni long e short fanno riferimento agli investimenti nel trading con i CFD (Contratti per Differenza) che si possono fare con broker come eToro (vedi sito ufficiale) o XTB (vedi sito ufficiale).

Sono proprio i CFD che permettono di andare long o di andare short: è una caratteristica di questo investimento.

Questo significa che si può guadagnare denaro sia se il prezzo di un asset sale, che se scende.

Ecco anche il perché del successo delle migliori piattaforme di trading online come eToro (sito ufficiale).

Posizioni long (o andare long)

Si apre una posizione long quando si compra l’asset su cui si sta investendo.

Ad esempio, se nel mercato azionario si decide di comprare un’azione, si sta andando “long”.

Questo significa che se il prezzo dell’azione salirà, si guadagnerà denaro, altrimenti si perderà.

Ovviamente, il discorso vale con tutti i possibili asset di investimento: azioni, criptovalute, valute, materie prime.

Posizioni short (o andare short)

Una posizione corta è l’esatto opposto di una posizione lunga.

In pratica, si decide di vendere un asset perché si pensa che il prezzo potrebbe scendere in futuro.

Se effettivamente il prezzo dell’asset scenderà, si sarà guadagnato denaro, se invece salirà, si sarà perso denaro.

I CFD permettono di investire anche nelle posizioni short perché consentono di “vendere allo scoperto“: cioè si può vendere un asset anche se non lo si possiede, perché dal momento in cui si andrà a chiudere la posizione di investimento, si acquisterà quell’asset e si andrà in pari.

Non c’è nessuna truffa in questo perché il futuro acquisto dell’asset è obbligatorio se si vuole “incassare la posizione”, cioè fare cassa per guadagnare denaro.

Il concetto di vendita allo scoperto è spesso difficile da comprendere per molti investitori, ma in realtà è un processo relativamente semplice. Vediamo un altro esempio per chiarire le cose. Supponiamo che il titolo “A” sia attualmente a 50 dollari per azione. Per un motivo o per l’altro, ti aspettati che il prezzo delle azioni scenda, quindi decidi di vendere allo scoperto per trarre profitto dal previsto calo del prezzo.

La vostra vendita allo scoperto funziona così:

  • depositi del denaro sul conto della società di trading, affinché essa ti “presti” 100 azioni, che sono già in loro possesso;
  • quando ricevi le 100 azioni prestate dal tuo broker, le vendi al prezzo corrente di mercato di 50 dollari per azione;
  • ora non hai più nessuna azione in portafoglio, ma hai i 5.000 dollari che hai ricevuto dall’acquirente delle 100 azioni (50 dollari x 100 = 5.000 dollari). Si dice che si è “short” perché devi ridare al broker le 100 azioni;
  • ora supponiamo che, come previsto, il prezzo delle azioni cominci a scendere. Qualche settimana dopo, il prezzo delle azioni è sceso fino a 30 dollari per azione. Non ti aspettati che scenda più di tanto, quindi decidi di chiudere la vendita allo scoperto;
  • ora compri 100 azioni pagandole 3.000 dollari (30 dollari x 100 = 3.000 dollari). Ridai queste 100 azioni al broker e, avendo ripagato il prestito, non sei più “short”;
  • hai realizzato un profitto di 2.000 dollari sull’operazione di vendita allo scoperto. Hai ricevuto 5.000 dollari quando hai venduto le 100 azioni che il tuo broker ti ha prestato, sei poi stato in grado di acquistarle successivamente a 3.000 dollari. Quindi, il profitto è calcolato dalla differenza tra $5.000 ricevuti e $3.000 pagati.

Con i CFD tramite piattaforme come eToro (vedi sito ufficiale) tutti possono fare vendite allo scoperto.

Si possono aprire posizioni long e short contemporaneamente?

Non è possibile aprire una stessa posizione long e short contemporaneamente, ma se ne possono aprire due diverse sullo stesso asset: una long e una short.